Home
Biography
blog
Books
dylan
dylan tribute
Hb
Krundaals
literature
london
lyrics
Mr. Antondjango's Band
mp3
music
my music
pics
politics
religion
Scritti Politti, pensieri sulle parole
School
Video

Mail Me!!!

 

 

SCRITTI POLITTI

C'era una volta un gruppo musicale che aveva assunto questo nome, *Scritti Politti*, derivandolo direttamente dagli *Scritti Politici* di Gramsci.

Ma *politti* non era un'abbreviazione o una scelta sonora, fu proprio il risultato di un errore di trascrizione; essendo i ragazzi poco avvezzi all'italiano avevano trascritto cosi' il nome del testo gramsciano; un po' come quando noi storpiamo le tante parole inglesi che sono ormai entrate nel linguaggio quotidiano della politica, da *empeachment* a *convention*, da *exit polls* a *premier*.

La cosa mi e' sempre suonata simpatica da un lato e molto rock dall'altro; quindi adesso che ho deciso di mettere in rete qualche pensierino quotidiano, ho pensato di intitolare la cosa in questo modo, *scritti politti*; molto rock e poca *correctness*

2005

2006

2007

2008

2009

2010

2011

2012

2013

2014

2015

2016

I Veri Reati

Liberta' (tv, giornali, rai3, rete4, liberta' di espressione, il giornale)
(le interruzioni televisive)
(ho conquistato i voti con la democrazia)

Amore /// Odio

Seconda Repubblica
(voto di fiducia, il parlamento svuotato ed inutile, le discussioni; se non ci sara' ostruzionismo; dialogo se non ci saranno pregiudizi)

Il dissenso e le correnti (adesso e' impossibile, nella destra non e' nemmeno previsto)

Il politichese (poi scuotono la testa nelle trasmissioni televisive, la lega in tremila occasioni, ce ne freghiamo, culattoni, libero.......)

Parlamento, parlamentarismo (ma poi ce ne freghiamo del presidente, dicono)

Elettorato sovrano quando fa comodo, senno' conta il parlamento (elezioni di mid-term che non fanno cadere i governi)

Liberale, Liberalismo, Illiberale

Liberta' di stampa

Legge, Legalita', Costituzione, Tricolore (giuramento....dai figli al tricolore)

Giustizialismo

Mafia (Saviano, la piovra, l'aeroporto BorsellinoFalcone, Dell'Utri, gli arresti fatti dal governo)

Corruzione e condoni; tutti colpevoli, nessun colpevole

Politici tutti uguali, il qualunquismo

Democristiano

Federalismo (secessionismo, le tasse al nord)

Comunista (socialismo, fascismo)

Cattolico (la comunione)

Bellezza (le cose di Berlusconi e le sue tv, barzellette)

Tasse

Garantista

Moralista

Territorio

Stato (statalismo)

Sindacato (piazza, manifestazione)

Consenso (i falsi dati sul consenso)

Puttane, escort e utente finale

Privacy e privato (differenze di ruolo, Marrazzo e caimano)

Sobrieta'

Opere (grandi opere)

Fare

ASL, azienda invece di unita'

Ministero della sanita' e welfare

Stato sociale

Istruzione (tagli, baroni, le tre I)

La cultura non si mangia (tv, spettacolo di Mediaset)

Traditori e tradimento (le parole al vento, Napoli pulita...e poi i traditori sono quelli, come FLI che si accorgono del tradimento e se ne vanno)

 

FANTASTICO!!!
Il Partito del Popolo
Il Voto di scambio sulla finanziaria.
Enzo Biagi
Montalcini e Damiano
Titoli di Libero
*Vi spiego tutto* (no, non ha cambiato idea!!!)
Benigni va all'inferno
Oscar Giannino contro il diritto di sciopero
Feltri difende la Moratti (non perche' e' di destra, eh!)
Ferrara ed il palloncino : *fate quello che volete*

Vespa al sangue:
*possibile che un assassino diventi modello?*
*gia',i giovani non hanno valori*
si', li hanno i sessantenni che rimestano nel torbido per fare audience
Maria Novella Oppo, 05 Dicembre 2007

La telefonata di Berlusconi e Sacca'

 

2005

26 Settembre 2005
Falsificare un bilancio non e' (piu') fuorilegge.
E lasciamo stare che chi lo ha deciso sia lo stesso che i bilanci abbia falsificato.

WinMx invece lo e' (fuorilegge).
Lo e' anche suonare dopo le 11.30.
Lo e' regalare un mp3 alla ragazza che ti piace.

Un minuto di raccoglimento per un paese che sta andando da Dante ad Alvaro Vitali senza passare per Woody Allen.

 

26 Settembre 2005
Falsificare un bilancio non e' (piu') fuorilegge.
E lasciamo stare che chi lo ha deciso sia lo stesso che i bilanci abbia falsificato.

WinMx invece lo e' (fuorilegge).
Lo e' anche suonare dopo le 11.30.
Lo e' regalare un mp3 alla ragazza che ti piace.

Un minuto di raccoglimento per un paese che sta andando da Dante ad Alvaro Vitali senza passare per Woody Allen.

 

2006

29th December 2006
Let's show a murderer killing is wrong.
Let's spare him.
 
Mostriamo ad un assassino che uccidere è ingiusto.
Risparmiamolo.

Sunday 10th December 2006
Io non riusciro' mai a discriminare per principio, 
senza basarmi su consapevoli ritardi ed omissioni.
Non saro' mai contro una categoria di persone.
Io riesco ad odiare solo l'odio, e nemmeno sempre.
Figuriamoci se posso ammainare il crocefisso o odiare gli omosessuali.

17th November 2006
Hanno urlato *vergognati* a Rita Levi Montalcini.
Questa signora qui.
Lei ha risposto che quelli li' non bisogna nemmeno sentirli.
Io, che non sono un grande come lei, li sento, mi feriscono e mi rendono orgoglioso di stare e di essere sempre stato dall'altra parte.

Sunday, 05th November 2006
*.....uno solo e' il comandamento: ama Dio e ama il prossimo tuo.........*
Gesu' Cristo
*....respingere i conati secessionisti.....*
Giorgio Napolitano

October 2006
*.....i cristiani si oppongano alla globalizzazione, che signifca attribuire i confini del mondo al potere ed alla finanza.....*
Giuseppe Pasini

20th August, 2006
Ma perche' i canali Mediaset chiamano gli uomini di Forza Italia *azzurri*?
Forse perche' e' questo l'ordine del loro padrone?
Insomma, mica l'abbiamo inventato noi il loro nome.
Se i Ds sono diessini e quelli della Lega sono leghisti, perche' quelli di FI non sono semplicemente *forzisti*?
Ok, non *forzitalioti* che e' chiaramente denigratorio, ma perche' non *forzisti* o, perlomeno, perche' *azzurri*???
Chiamare *azzurri* quelli di FI sarebbe come chiamare *compagni* quelli di RC.
Una cosa che possono fare loro tra di loro, non i giornalisti neutrali.
E allora perche' i giornalisti di Mediaset lo fanno?
Qualcuno mi sa spiegare perche'?

15th August, 2006
Colata lavica a Costa Smeralda?
No, il presidente operaio che per festeggiare il Ferragosto (o l'Assunta?, sapete, l'operaio e' anche un credente molto devoto) aveva semplicemente preso in affitto un vulcano che al momento giusto diventasse un vulcano in eruzione.
Beh, dai, un modo come un'altro di festeggiare, no?
L'avrebbe sicuramente fatto anche De Gasperi, il suo modello o, ancora piu' probabilmente, Don Sturzo, un altro dei supi punti di arrivo dichiarati.
Come?
A voi sembra invece una cosa piu' da Sultano del Brunei o da principe rimbecillito di qualche disperso granducato?
O, ancora piu' semplicemente, una cosa da rimbecillito e basta?
Ma su, che cattivi che siete!
I soliti comunisti, siete!

20th July, 2006
Vediamo un po'.
Sulla missione in Afghanistan non andremo in soccorso al governo; pero' noi non voteremo mai contro la missione.
Chi e' con l'Italia e' con la Nato, quelli che hanno tra il gpverno chi ha ineggiato a Nassirya sono (tutti) delinquenti.
La missione in Iraq e' di pace ma non approvata dall'ONU.

Ce ne sarebbe gia' di che dire.
Ma vabbe', quella che lanciato queste dichiarazioni e' la parte che mette insieme secessionisti e neofascisti e poi dice che la sinistra e' (verissimo, peraltro) sfilacciata e slegata.
Non ci puo' essere coerenza quando sei ipocrita dentro.
Oggi un altro capitolo esemplare.
D'Alema vorrebbe una maggioranza che votasse per la missione senza aver bisogno dei voti del polo; inutile, ma logico.
La destra, invece, *deve* votare per la missione, ma gia' va in sollucchero al solo pensiero di fare lo sgambetto al governo; manderebbero a morte tutti gli afghani pur di mandare a casa Prodi, sient'a mme!
Dai banchi del polo si alza Bondi e accusa D'Alema di mancanza di dignita'.
DIGNITA', Bondi, di dignita'!!!
D'Alema, ovvio, si indigna.
Parla di dignita', il piccolo Bondi; l'uomo che passera' alla storia per il famoso * Mi scusi se parlo in sua presenza, Presidente*.
Se lei conoscesse la dignita', signor Bondi, avrebbe da tempo dismesso le vesti di deputato chiedendo scusa per il poco dignitoso spettacolo di cui ha omaggiato il palcoscenico politico italiano.
Altro che accusarne la mancanza in D'Alema!

26th June 2006
Durante il primo governo Berlusconi, tra le (tante) cose amene che quel governo riusci' a produrre, va senz'altro annoverata la stupenda tirata di Speroni, allora ministro (leghista) della Repubblica, contro i giornalisti.
Intervistato sul perche' il governo Berlusconi non fu *lasciato lavorare* (lo ricordate? era il tormentono di quell'estate), se la prese con le agenzie di stampa che, a suo dire, costringevano i politici a correr dietro a quisquilie ed a covare talvolta rancori tra di loro a causa della diffusione di false notizie.
Beh, una cosa nemmeno tanto sciocca, no?
Ma sentite come la motivo' il nostro simpatico amico.
(lo ricordate, con la sua immancabile e assolutamente sobria giacca rossa?)
*Questi giornalisti sono veramente incredibili. E' alla loro incompetenza che dobbiamo molte delle incomprensioni tra di noi. Non conoscono le cose.
Pensate che l'altro giorno mi e' toccato leggere che il ministro Speroni e' arrivato a Montecitorio a bordo di una Thema.
Io ho una Croma, non una Thema! E' cosi' difficile distinguere una Croma da una Thema?*
Ecco, questo era una dei nostri Ministri della Repubblica.
Sembra sia un incubo passato, anche se al peggio non c'e' mai fine.
Invece, eccolo riaffiorare 12-anni-12 piu' tardi.

Vince il No al Referendum confermativo sulla Riforma della Costituzione?
Beh, c'e' un motivo evidente per Francesco Speroni:
*Gli Italiani fanno schifo e l'Italia fa schifo*
Ma lo scemo sono io, in effetti, che mi illudo che queste convinzioni li portino, come han detto, ad andare in Svizzera.
Allora si' vedreste cortei e mortaretti da oscurare la notte mundial.
invece resteranno qui, parassiti di un'Italia troppo tollerante per rinnegarli e troppo poco intelligenti per capire la parabola della pagliuzza e della trave prima di accusare gli immigrati di essere (appunto) parassiti.
Ma poi che ne sappiamo noi?
Passiamo il tempo a leggere, suonare e studiare invece di informarsi su Quattroruote di quali siano le differenze tra Croma e Thema!

 

09 June 2006
I cattolici praticanti non possono votare sinistra.
Vabbe', questa cosa, avendola detta Calderoli, aveva gia' di per se' meno spessore delle dichiarazioni dei calciofili su Borrelli, ma aver trovato un articolo che mette nero su bianco da che parte sta la Chiesa e chi sta con la Chiesa mi fa piacere.
Leggete.

22 Maggio 2006
Fiducia anche alla Camera; ok, partiamo con una stagione nuova, dai!
Fantastico, dopo le polemiche al Senato, il vecchio Cossigaccio; lettera aperta impagabile che mi onoro di salvare qui.
 

11th February 2009
Tragicamente fantastico il titolo della Padania.

*Il silenzio del popolo di fronte alla morte per fame e sete*
Naturalmente parleranno degli immigrati, no?
Chi muore di fame e sete?
Loro, no?

Ma quelli loro non vorrebbero prenderli a migtragliate?
Ma forse morire di mitraglia e' per i padani meno cruento.

Ci sarebbe da ridere se non fosse da piangere.
Mi costringe a riaprire amaramente i miei Scritti Politti.

18th February 2009
Uno fallisce, si scusa e se ne va con dignita'.
L'altro e' condannato per corruzione e prende in giro i desaparecidos.
Che bello stare dalla parte cui la storia dara' ragione.
E contro chi dice che i politici son tutti uguali.

10th February 2009
Eluana, intercedi perche' chi ti ha usata per i suoi fini politici sia perdonato.


20 Maggio 2006

Francesco Cossiga superstar!
Che soddisfazione una settimana in cui le facce belle potrebbero essere quella di mio padre e persino mio nonno!
:-)

19 Maggio 2006
Castelli ai senatori a vita:
*Non votate, rispettate il vostro ruolo istituzionale*
VERGOGNATI!!!
Tu che hai sputato veleno sulle istituzioni per cinque anni ed ancora sputi.
Tu che mangi e vivi in una citta' che ritieni ladra.
Tu che ti permetti di fischiare un genio come Rita Levi Montalcini.
VERGOGNATI!!!

E Berlusconi dichiara che i senatori a vita si sono comportati in modo immorale.
E che lui non avrebbe fatto quello che han fatto loro.

Non ne abbiamo nessun dubbio, signor Silvio.
Tu non avrai mai fatto nemmeno un millesimo di quello che ha fatto uno qualsiasi di loro per la nostra patria; dovessi campare 300 anni.

17 Maggio 2006
Il governo Prodi ha giurato, bene.
Speriamo inizi un periodo migliore per noi della scuola e per tutti quelli che credono nel diritto e nel dovere piu' che nel profitto e nel volere.
Fioroni, facci sognare!
:-)

Poi mi piace anche Mastella alla Giustizia (anche se peggio di come stavamo prima non era possibile stare......
E, a proposito di Castelli, oggi avrebbe detto * Che ne sa Di Pietro di cemento armato?*
Detto da uno che nel cemento armato ha cercato di seppellire la Magistratura, in effetti un qualche senso ce l'ha....

16 Maggio 2006
Napolitano pronuncia il discorso di insediamento.

Schifani:
Non ha ringraziato il governo Berlusconi, spero sia stata una svista.

Il governo che ha detto che non lo riconosce perche' *rappresenta la parte improduttiva del paese*?

Berlusconi:
Facce serie, comportatevi come fossimo ad un funerale.

13 Maggio 2006
Il Veleno del Caimano

10 Maggio 2006
Napolitano e' il nuovo presidente della Repubblica.

Castelli:
rappresenta la parte improduttiva del paese, non ci rappresenta.

E allora mi vengono in mente le parabole del Vangelo che la Lega dice di voler difendere (sic), quali.........

PICCOLI UOMINI

Durante l'elezione del Presidente del Senato della Repubblica:

Castelli a Scalfaro:
Rispetti il Parlamento, non voti!!!
:-o

Calderoli:
Manca Pezzotta, poi siamo governati dai sindacati.

Mercoledi' 12 Aprile 2006
Niente, non si ammette la sconfitta; ci sono troppi brogli e troppe irregolarita'.
Io credo che una effettivamente ce ne sia, una si', almeno, l'han vista tutti.
Quella di un voto suggerito a voce alta dal presidente del consiglio a sua madre.
Se lo facevo io mi arrestavano.
Gia', brogli.
Del resto, si sa; mai parlare di corda in casa dell'impiccato.

E qualche ora dopo sale al Colle a parlarne al suo amico Ciampi che dovrebbe, dice, ascoltarlo.
E' lo stesso, piccolo uomo, cui ha rispedito indietro le leggi che ti mandava da correggere perche' tanto, avendo la maggioranza, hai fatto quello che hai voluto per cinque anni?

Martedi' 11 Aprile 2006
La *grosse koalizione* che ora invoca il piazzista milanese andrebbe fatta con quelli che vogliono mettere i bambini in pentola?

Caspita, che coerenza!
Una campagna mediatica basata sull'odio e poi, una volta perso, pronto all'abbraccio.
Congratulazioni!
Doppie, visto che persino il ministro Castelli, qualche giorno dopo, si e' accorto dell'assurdita' della cosa; e se se n'e' accorto lui.........

 

29th December 2006
Let's show a murderer killing is wrong.
Let's spare him.
 
Mostriamo ad un assassino che uccidere è ingiusto.
Risparmiamolo.

Sunday 10th December 2006
Io non riusciro' mai a discriminare per principio, 
senza basarmi su consapevoli ritardi ed omissioni.
Non saro' mai contro una categoria di persone.
Io riesco ad odiare solo l'odio, e nemmeno sempre.
Figuriamoci se posso ammainare il crocefisso o odiare gli omosessuali.

17th November 2006
Hanno urlato *vergognati* a Rita Levi Montalcini.
Questa signora qui.
Lei ha risposto che quelli li' non bisogna nemmeno sentirli.
Io, che non sono un grande come lei, li sento, mi feriscono e mi rendono orgoglioso di stare e di essere sempre stato dall'altra parte.

Sunday, 05th November 2006
*.....uno solo e' il comandamento: ama Dio e ama il prossimo tuo.........*
Gesu' Cristo
*....respingere i conati secessionisti.....*
Giorgio Napolitano

October 2006
*.....i cristiani si oppongano alla globalizzazione, che signifca attribuire i confini del mondo al potere ed alla finanza.....*
Giuseppe Pasini

20th August, 2006
Ma perche' i canali Mediaset chiamano gli uomini di Forza Italia *azzurri*?
Forse perche' e' questo l'ordine del loro padrone?
Insomma, mica l'abbiamo inventato noi il loro nome.
Se i Ds sono diessini e quelli della Lega sono leghisti, perche' quelli di FI non sono semplicemente *forzisti*?
Ok, non *forzitalioti* che e' chiaramente denigratorio, ma perche' non *forzisti* o, perlomeno, perche' *azzurri*???
Chiamare *azzurri* quelli di FI sarebbe come chiamare *compagni* quelli di RC.
Una cosa che possono fare loro tra di loro, non i giornalisti neutrali.
E allora perche' i giornalisti di Mediaset lo fanno?
Qualcuno mi sa spiegare perche'?

15th August, 2006
Colata lavica a Costa Smeralda?
No, il presidente operaio che per festeggiare il Ferragosto (o l'Assunta?, sapete, l'operaio e' anche un credente molto devoto) aveva semplicemente preso in affitto un vulcano che al momento giusto diventasse un vulcano in eruzione.
Beh, dai, un modo come un'altro di festeggiare, no?
L'avrebbe sicuramente fatto anche De Gasperi, il suo modello o, ancora piu' probabilmente, Don Sturzo, un altro dei supi punti di arrivo dichiarati.
Come?
A voi sembra invece una cosa piu' da Sultano del Brunei o da principe rimbecillito di qualche disperso granducato?
O, ancora piu' semplicemente, una cosa da rimbecillito e basta?
Ma su, che cattivi che siete!
I soliti comunisti, siete!

20th July, 2006
Vediamo un po'.
Sulla missione in Afghanistan non andremo in soccorso al governo; pero' noi non voteremo mai contro la missione.
Chi e' con l'Italia e' con la Nato, quelli che hanno tra il gpverno chi ha ineggiato a Nassirya sono (tutti) delinquenti.
La missione in Iraq e' di pace ma non approvata dall'ONU.

Ce ne sarebbe gia' di che dire.
Ma vabbe', quella che lanciato queste dichiarazioni e' la parte che mette insieme secessionisti e neofascisti e poi dice che la sinistra e' (verissimo, peraltro) sfilacciata e slegata.
Non ci puo' essere coerenza quando sei ipocrita dentro.
Oggi un altro capitolo esemplare.
D'Alema vorrebbe una maggioranza che votasse per la missione senza aver bisogno dei voti del polo; inutile, ma logico.
La destra, invece, *deve* votare per la missione, ma gia' va in sollucchero al solo pensiero di fare lo sgambetto al governo; manderebbero a morte tutti gli afghani pur di mandare a casa Prodi, sient'a mme!
Dai banchi del polo si alza Bondi e accusa D'Alema di mancanza di dignita'.
DIGNITA', Bondi, di dignita'!!!
D'Alema, ovvio, si indigna.
Parla di dignita', il piccolo Bondi; l'uomo che passera' alla storia per il famoso * Mi scusi se parlo in sua presenza, Presidente*.
Se lei conoscesse la dignita', signor Bondi, avrebbe da tempo dismesso le vesti di deputato chiedendo scusa per il poco dignitoso spettacolo di cui ha omaggiato il palcoscenico politico italiano.
Altro che accusarne la mancanza in D'Alema!

26th June 2006
Durante il primo governo Berlusconi, tra le (tante) cose amene che quel governo riusci' a produrre, va senz'altro annoverata la stupenda tirata di Speroni, allora ministro (leghista) della Repubblica, contro i giornalisti.
Intervistato sul perche' il governo Berlusconi non fu *lasciato lavorare* (lo ricordate? era il tormentono di quell'estate), se la prese con le agenzie di stampa che, a suo dire, costringevano i politici a correr dietro a quisquilie ed a covare talvolta rancori tra di loro a causa della diffusione di false notizie.
Beh, una cosa nemmeno tanto sciocca, no?
Ma sentite come la motivo' il nostro simpatico amico.
(lo ricordate, con la sua immancabile e assolutamente sobria giacca rossa?)
*Questi giornalisti sono veramente incredibili. E' alla loro incompetenza che dobbiamo molte delle incomprensioni tra di noi. Non conoscono le cose.
Pensate che l'altro giorno mi e' toccato leggere che il ministro Speroni e' arrivato a Montecitorio a bordo di una Thema.
Io ho una Croma, non una Thema! E' cosi' difficile distinguere una Croma da una Thema?*
Ecco, questo era una dei nostri Ministri della Repubblica.
Sembra sia un incubo passato, anche se al peggio non c'e' mai fine.
Invece, eccolo riaffiorare 12-anni-12 piu' tardi.

Vince il No al Referendum confermativo sulla Riforma della Costituzione?
Beh, c'e' un motivo evidente per Francesco Speroni:
*Gli Italiani fanno schifo e l'Italia fa schifo*
Ma lo scemo sono io, in effetti, che mi illudo che queste convinzioni li portino, come han detto, ad andare in Svizzera.
Allora si' vedreste cortei e mortaretti da oscurare la notte mundial.
invece resteranno qui, parassiti di un'Italia troppo tollerante per rinnegarli e troppo poco intelligenti per capire la parabola della pagliuzza e della trave prima di accusare gli immigrati di essere (appunto) parassiti.
Ma poi che ne sappiamo noi?
Passiamo il tempo a leggere, suonare e studiare invece di informarsi su Quattroruote di quali siano le differenze tra Croma e Thema!

 

09 June 2006
I cattolici praticanti non possono votare sinistra.
Vabbe', questa cosa, avendola detta Calderoli, aveva gia' di per se' meno spessore delle dichiarazioni dei calciofili su Borrelli, ma aver trovato un articolo che mette nero su bianco da che parte sta la Chiesa e chi sta con la Chiesa mi fa piacere.
Leggete.

22 Maggio 2006
Fiducia anche alla Camera; ok, partiamo con una stagione nuova, dai!
Fantastico, dopo le polemiche al Senato, il vecchio Cossigaccio; lettera aperta impagabile che mi onoro di salvare qui.

20 Maggio 2006

Francesco Cossiga superstar!
Che soddisfazione una settimana in cui le facce belle potrebbero essere quella di mio padre e persino mio nonno!
:-)

19 Maggio 2006
Castelli ai senatori a vita:
*Non votate, rispettate il vostro ruolo istituzionale*
VERGOGNATI!!!
Tu che hai sputato veleno sulle istituzioni per cinque anni ed ancora sputi.
Tu che mangi e vivi in una citta' che ritieni ladra.
Tu che ti permetti di fischiare un genio come Rita Levi Montalcini.
VERGOGNATI!!!

E Berlusconi dichiara che i senatori a vita si sono comportati in modo immorale.
E che lui non avrebbe fatto quello che han fatto loro.

Non ne abbiamo nessun dubbio, signor Silvio.
Tu non avrai mai fatto nemmeno un millesimo di quello che ha fatto uno qualsiasi di loro per la nostra patria; dovessi campare 300 anni.

17 Maggio 2006
Il governo Prodi ha giurato, bene.
Speriamo inizi un periodo migliore per noi della scuola e per tutti quelli che credono nel diritto e nel dovere piu' che nel profitto e nel volere.
Fioroni, facci sognare!
:-)

Poi mi piace anche Mastella alla Giustizia (anche se peggio di come stavamo prima non era possibile stare......
E, a proposito di Castelli, oggi avrebbe detto * Che ne sa Di Pietro di cemento armato?*
Detto da uno che nel cemento armato ha cercato di seppellire la Magistratura, in effetti un qualche senso ce l'ha....

16 Maggio 2006
Napolitano pronuncia il discorso di insediamento.

Schifani:
Non ha ringraziato il governo Berlusconi, spero sia stata una svista.

Il governo che ha detto che non lo riconosce perche' *rappresenta la parte improduttiva del paese*?

Berlusconi:
Facce serie, comportatevi come fossimo ad un funerale.

13 Maggio 2006
Il Veleno del Caimano

10 Maggio 2006
Napolitano e' il nuovo presidente della Repubblica.

Castelli:
rappresenta la parte improduttiva del paese, non ci rappresenta.

E allora mi vengono in mente le parabole del Vangelo che la Lega dice di voler difendere (sic), quali.........

PICCOLI UOMINI

Durante l'elezione del Presidente del Senato della Repubblica:

Castelli a Scalfaro:
Rispetti il Parlamento, non voti!!!
:-o

Calderoli:
Manca Pezzotta, poi siamo governati dai sindacati.

Mercoledi' 12 Aprile 2006
Niente, non si ammette la sconfitta; ci sono troppi brogli e troppe irregolarita'.
Io credo che una effettivamente ce ne sia, una si', almeno, l'han vista tutti.
Quella di un voto suggerito a voce alta dal presidente del consiglio a sua madre.
Se lo facevo io mi arrestavano.
Gia', brogli.
Del resto, si sa; mai parlare di corda in casa dell'impiccato.

E qualche ora dopo sale al Colle a parlarne al suo amico Ciampi che dovrebbe, dice, ascoltarlo.
E' lo stesso, piccolo uomo, cui ha rispedito indietro le leggi che ti mandava da correggere perche' tanto, avendo la maggioranza, hai fatto quello che hai voluto per cinque anni?

Martedi' 11 Aprile 2006
La *grosse koalizione* che ora invoca il piazzista milanese andrebbe fatta con quelli che vogliono mettere i bambini in pentola?

Caspita, che coerenza!
Una campagna mediatica basata sull'odio e poi, una volta perso, pronto all'abbraccio.
Congratulazioni!
Doppie, visto che persino il ministro Castelli, qualche giorno dopo, si e' accorto dell'assurdita' della cosa; e se se n'e' accorto lui.........

 

 Scrapbook di una crisi

*Tu e i vostri amici non lo volete piu', questo qui*

*Un governo di culattoni*

*La copertina di Libero*

*I numeri al Senato secondo AN*

Feltri su Libero:

 

2007

27th December 2007
Xmas holidays are really over now:
the massacre of Benazir Bhutto reminds us
of what the Son of God will find when He returns.

In the meantime, here in Italy...

Dini e la destra che esulta.
I senatori a vita sono irregolari, lui che cambia campo e' regolare.

 

21st December 2007
*In Rai lavora solo chi e' puttana o di sinistra*
(non serve indicare il genio che l'ha detto)
Due fantastiche controrepliche-battute (ma non troppo)
*Impossibile! I programmi sarebbero molto piu' belli*
(Staino)
*E a Mediaset? No, li' di sinistra non c'e' nessuno*
(Vauro)

17th October 2007
*Non avevo capito fosse stato un Nobel a dire
quella cosa sul cervello dei neri, pensavo fosse stato Storace!*
Rita Levi Montalcini, una di noi!!!

 

12th October 2007
Credo abbiate sentito tutti la notizia, vero?
Non la racconto ne' la commento.
Solo un grande senso di soddisfazione, in giornate come queste,
nel sentirsi di essere e di essere sempre stato
dalla parte di chi ha vissuto in nome della ragione e
contro chi invece, in sprezzo della ragione stessa,
ha gettato via la sua.
 

08th October 2007
One more italian Nobel Prize for Science & Reasearch.
We're not only those who call R.L. Montalcini a *cry baby*,

 or, even worse, a *poo pad*
Un altro Nobel italiano per la medicina.
Grazie a Dio, gli italiani non sono solo quelli che in parlamento
chiamano Rita Levi Montalcini *un pannolone*

da *Libero* (sic!) :-) di Sabato 14 Luglio 2007

Incollato da Libero come immagine, senno' uno non ci crederebbe
proprio, la penserebbe solo una sciocca barzelletta sulla ricerca.
Oppure potrebbe pensare, tutt'al più, sia qualche anarco-insurrezionalista che ha
alzato un pò il gomito.
No, questi sono i nostri paladini dell'ordine e del liberalismo industriale,
della severità a scuola e della difesa dei valori.
Ma non sanno cos'è un premio Nobel, cosa sia la ricerca e cosa sia un senatore a
vita.
Mio papà diceva *povera italia*, in questi casi.
Ma non sapeva che a questi, più che dell'Italia, interessa Forza Italia.
A quelli di Libero fa tenerezza Rita Levi Montalcini.
Povera Italia.

08th June 2007
Quando viene contestato Prodi, e' perche' l'Italia non ne puo' piu' di lui ed e' un segnale sicuro del fatto che tutti stanno con l'unto del Signore.Quando contestano lui, invece, sono *quattro illeberali, sempre gli stessi, che non contano nulla*
FANTASTICO (bis)

07th June 2007
I paladini della Guardia di Finanza, oggi.
Quando ci arrivo' quella vergogna del suo libro di propaganda, invece, 5 anni fa, diceva....
*......quell'ignominia del numero telefonico per scaricare la propria bile, la propia invidia, la propria gelosia verso gli altri; il 117, dove tu puoi andare a denunciare il prossimo affinchè si apra un'inchiesta nei suoi confronti.
E' la fiera dell'invidia sociale e dell'odio di classe*
FANTASTICO!!!
 

12th May, 2007
Non mi piace cosi'.
Per me una delle due: c'è solo il matrimonio cristiano
e tutto il resto e' fuori dalla grazia di Dio,
quindi si abolisce anche la contestualità dei diritti civili.
Oppure tutti quelli uniti nel nome dell'amore lo sono anche nel nome di Dio.
Sono troppo giovane per non vedere le vie di mezzo come ipocrisia.
Kyrie Eleison.
 

19th February 2007
"Facendo leva sulla manifestazione di Vicenza tutti i capi dell'estrema sinistra, da Giordano a Diliberto sino a Pecoraro Scanio, spalleggiati dietro le quinte dal presidente della Camera Bertinotti, sono tornati alla carica. All'insegna di un vecchio antiamericanismo mai sopito, che non ha nulla a che vedere con la nostra politica estera, vorrebbero bloccare l'ampliamento della base Usa e sull'onda di questa battaglia localmente popolare riuscire ad ottenere un'impossibile correzione di rotta sull'Afghanistan. Non si riesce proprio a capire se tutta questa campagna ha solo uno scopo propagandistico oppure avra' anche conseguenze sul voto parlamentare. Di certo c'e' solo che a furia di tirare, la corda si spezza e, cosi', il governo Prodi rischia di entrare in crisi. Forse solo allora tutta la allegra e multiforme brigata dell'estrema sinistra si sentira' contenta e soddisfatta, perche' avra' creato tutte le condizioni per un ritorno al governo del centrodestra, contro il quale si potranno organizzare manifestazione con una partecipazione di massa molto piu' grande di quella di Vicenza".
Enrico Boselli

Mio commento:
perfetto.

 

2008

January

First week
In un mondo ideale, la Montalcini sarebbe giovane....
comincia cosi' un fondo di Mario Giordano sul Giornale.
Gia', la Montalcini, per il buon Mario, e' *perfettibile*.
E magari lo e', per carita', lungi da me l'ifdolatrarla.
Ma, secondo lui, lo e' non con un'ulteriore scoperta o un'altra meritatissima soddisfazione.
No.
Lo sarebbe se fosse piu' giovane.
Gia', lui preferisce le veline ai premi Nobel e, del resto, lo si capisce dal telegiornale che dirige.
Perche' alle seconde e' destinato e dalle stesse, probabilmente anche confezionato.
Di certo inaccettabile per i primi.
 

Saturday 19th January 2008

Sulla polemica per la vista del Papa alla Sapienza, Socci scrive:
L'Angelus di domani in San Pietro rappresenta la vera politica del Papa.
L'Angelus rappresenta la vera politica della Chiesa, sempre.
Una politica fatta di rivoluzione dell'ordine del mondo, di rovesciamento dei potenti dal trono e del seguire gli utlimi per stare coi primi.

Tie'.
A tutti quelli che credevano che Socci scrivesse sul giornale di Vittorio Feltri, quello che lecca quotidianamente il culo all'uomo piu' ricco d'Italia.

 

Sunday 20th January 2008
Le iene sono raccomandate come e piu' del figlio di Mastella.
Ma va, chi l'avrebbe mai detto?
Del resto, il loro mandante l'aveva detto: *in Rai puttane o comunisti*
In Mediaset fascisti o stolti.
Tutto torna.
A chi fa il moralizzatore lavorando a Palazzo, preferisco Mastella.
Io.

Wed 23.01.08
Feltri scrive su *L'ossimoro* (pardon, in teoria si chiama *Libero*) che Prodi dovrebbe dimettersi perche' loro sono stanchi di fare figure barbine in Europa e di sentirsi ridicoli come italiani.
Quindi, chi non segue la politica potrebbe pensare che Feltri stia con..........Amato? La Montalcini? Fassino? Casini?
No, era, e' e votera' ancora il suo padrone, quello che fa le corna, racconta le barzellette, si trapianta i capelli, fa finta di inculare il suo autista, alza il dito medio in campagna elettorale.
Ha ragione un altro dei suoi datori di lavoro, Bossi; se andiamo avanti cosi' ci sara' la guerra civile.
Non ho paura di niente tranne che degli stupidi.

 

24th January 2008
Grazie, Prodi.
Troppo equo per piacere, troppo signore per durare.
Che Dio ce la mandi buona.
 

25th January 2008
...e non potevo mica sperare che le comiche
sarebbero cominciate gia' dopo 24 ore, eh!
Insomma, il Napoleone de noantri sente aria di elezioni e di vittoria e quindi lancia la sua campagna elettorale.
Dopo due anni di governo schifoso ed illiberale, lancia le prime proposte per rilanciare l'economia.....ehm...no...per risanare il debito pubblico......per la sicurezza sul lavoro.....no!!!
Le prime due cose che faro', annuncia tronfio, saranno la riforma della giustizia (e me ne frego di chi e' contrario, aggiunge!) e la galera per chi intercetta.
Insomma, io corrompo finche' voglio e i giudici li stabilisco io, cioe' il governo.
Su una cosa siamo d'accordo: il governo Prodi era ben altro, si' si'.
:-)

26th January 2008
Inutili Consultazioni.
Libero, ovvio; Feltri, ovvio.
Gia', le regole sono buone solo quando servono a loro, tipo rispettare la legge (solo i non italiani) e disporre di una maggioranza politica e non solo numerica (con i senatori a vita)
Quando loro han deciso che si va ad elezioni, le consultazioni (oltretutto obbligatorie) sono inutili.
Poi dice che noi non dobbiamo insistere a chiamarli fascisti.
O, peggio ancora, che non dobbiamo dire che chi e' di destra o e' stronzo o e' ingnorante.
No, perche' io ho il sospetto (che sarebbe ancora piu' grave) che Feltri volesse dire che *queste* consultazioni sono inutili, non che potrebbero essere saltate.
E quindi mancherebbe solo un articolo, o tutt'al piu' un dimostrativo, pur restando senza verbo.
Inutili Riflessioni su Giornali Purtroppo Non Inutili.

March 2008
Grillo patetico

Vatican sins, the letter to Mikel K.Poet in MySpace


La vicenda Ciarrapico, fantastico!!!
(l'abbiam candidato perche' dobbiamo vincere)

Si sposi mio figlio
(in risposta a cosa dovrebbe fare una donna precaria)
...poi dice che i politici sono tutti uguali.


 Scrapbook di una crisi

*Tu e i vostri amici non lo volete piu', questo qui*

*Un governo di culattoni*

*La copertina di Libero*

*I numeri al Senato secondo AN*

Feltri su Libero:

2009

11th February 2009
Tragicamente fantastico il titolo della Padania.

*Il silenzio del popolo di fronte alla morte per fame e sete*
Naturalmente parleranno degli immigrati, no?
Chi muore di fame e sete?
Loro, no?

Ma quelli loro non vorrebbero prenderli a migtragliate?
Ma forse morire di mitraglia e' per i padani meno cruento.

Ci sarebbe da ridere se non fosse da piangere.
Mi costringe a riaprire amaramente i miei Scritti Politti.

18th February 2009
Uno fallisce, si scusa e se ne va con dignita'.
L'altro e' condannato per corruzione e prende in giro i desaparecidos.
Che bello stare dalla parte cui la storia dara' ragione.
E contro chi dice che i politici son tutti uguali.

10th February 2009
Eluana, intercedi perche' chi ti ha usata per i suoi fini politici sia perdonato.

Quaresima politica 2009

 

Prima settimana di Quaresima

Primo giorno, mer 25.02.09
In quel tempo, molti discepoli della Chiesa del Nord si recarono dal maestro e gli chiesero:
*Rabbi', abbiamo visto troppe cose inique accadere in questi tempi. Abbiam pensato di mandare alcuni di noi a vegliare su chi possa commettere ladronerie o percuotere alcuno. Vorremmo chiamare questi nuovi discepoli *ronde*. Che ne dici?*
Il Signore si sedette a terra e prego'.
Poi disse loro:
*Le ronde? E sia. Ma chi arresta un fratello sia un discepolo che non abbia mai commesso un peccato.*

Secondo giorno, gio 26.02.09

In quel tempo, alcuni tribuni di  Forzania stabilirono che non si potesse piu' udire quello che gli uomini si dicevano dentro l'orecchio magico.
I giudici di Democria, invece, lanciavano altri guai verso il cielo e pregavano *Come potremmo, Signore, punire gli empi senza ascoltare cio' che dicono nella loro malvagita'?*
Il Signore ascolto' la loro preghiera e poi disse ai quei tribuni:
*Ipocriti! Voi sapete distinguere quanto scritto in messaggi strani e nuovi, senza consonanti, con simboli e parole che nemmeno a Babele potrebbero pensare, ma dire che non si deve discernere quanto detto dentro l'orecchio magico?*
E i tribuni di Forzania se ne andarono via a testa bassa

Terzo giorno, ven 27.02.09
Vanita' delle vanita', tutto e' vanita, dice il Qoelet.
Un giorno nasce, un giorno muore, nulla cambia
Nulla si crea, nulla si distrugge e tutto muta.
Avete votato contro il nucleare ed ora lo rimettete in piedi per i vostri loschi affari.
Un giorno nasce, un giorno muore, nulla cambia.
Voi fate quello che pensate porti vanagloria  a voi, non quello che resta.
Non c'e' nulla di nuovo sotto il sole.


Quarto giorno, sab 28.02.09
Obama e la sanita'.....maestro, ci tolgono i viveri....vedi, questo ragazzo abbronzato ha dato quel che hai potuto

Quinto giorno, Dom 01.03.09
Mentana e mediaset.....la trave e la pagliuzza, vedi le iene e striscia

Sesto Giorno, lun 02.03.09
Io ti ho dato la tua donna....ho studiato alla Sorbona.....perche' aggiungere menzogna al peccato?

Settimo Giorno, 03.03.09
Le scorie sono poche......se la vostra fede fosse grande come un solo granello di queste scorie

Ottavo Giorno, 04.03.09
Chi sparla ha prestigio, se fai del male fanne di piu' e ti crederanno
Ma voi non siate cosi'.
Il vostro parlare sia rispetto

Nono Giorno, 05.03.09
Il sabato e lo stage in Germania

Decimo Giorno, 06.03.09
La quaresima e la mortadella

Undecimo giorno, 07.03.09
In quel giorno, un discepolo accuso' un Abbronzato di non appartenere alla terra di Crapulonia.
Diceva: sono migranti di altre terre
Se dunque loro non sono appartenenti alla comunita' di Crapulonia neppure tu se degno della grazia di Dio.

Dodicesimo giorno, 08.03.09
Se hai qualcosa contro tuo fratello, denuncialo al Sinedrio, lascia tutto all'altare e vai da lui
Cosa devo fare?
Ama e fai quello che vuoi

Tredicesimo giorno, 09.03.09
Il condono edilizio, costruite dove volete.
Il territorio? Ecchisenefrega.

Quattordicesimo giorno, 10.03.09
La commissione di vigilanza non vogliono Gentiloni.

Quindicesimo giorno, 11.03.09
La democrazia snella, Votano solo i capigruppo.
Magari neanche quelli, no, eh?

Sedicesimo giorno, 12.03.09
Non ho mai visto nessun pessimista combinare qualcosa di buono.
Proust, Dostojevsky, Dante e Bob Dylan.

Diciassettesimo giorno, 13.03.09
cattocomunista
tu ti preoccupi di tante cose, ma dimentichi la cosa piu' importante

Diciottesimo giorno, 14.03.09
Le statue riportate a Palazzo Chigi, io stavo pensando che arrivasse alla Gioconda

Diciannovesimo giorno, 15.03.09
Puntiamo al 51% per cento.
Stolto, non sai che domani stesso ti sara' chiesta la tua anima?

Ventesimo giorno, 16.03.09
Cattocomunista o clericofascista?
Ecco chi e' cattolico o clerico, chi fa la volonta' di Dio

Ventunesimo giorno, 17.03.09
Assegno una tantum di Franceschini

Ventiduesima giorno, 18.03.09
Maurizio Gasparri dice che anche se i giovani andranno a sparare, e' sempre meglio che drogarsi

Ventitreesimo giorno, 19.03.09
Prato, nessuno lavora, i cinesi fregano tutti.

Ventiquattresimo giorno, 20.03.09
L'Italia come il Burkina Faso, siamo tra gli ultimi.
Ipocriti, voi caricate gli altri di pesi che voi non volete spostare nemmeno con un dito

Venticinquesimo giorno, 21.03.09
La Legge Orsi

Ventiseiesimo giorno, 22.03.09
Ribelli nel PDL: mi fa schifo fare il premier

Ventitreesimo giorno, 23.03.09
Non sia partito di un uomo.
Excusatio non petita, accusatio manifesta, caro Fini.

Ventiquattresimo giorno, 24.03.09
I processi lampo come al mostro in Austria

Venticinquesimo giorno, 25.03.09
Il premier candidato alle elezioni europee

Ventiseiesimo giorno, 26.03.09
I licenziati trovino qualcosa da fare

Ventottesimo giorno, 27.03.09
I parlamentari servono solo a fare numero.
Il premier non irrida il parlamento

Ventottesimo giorno, 28.03.09
Il piano caso e l'ambiente

Ventinovesimo giorno, 29.03.09
Io mi candido in quanto candidato di bandiera.
Si vede che gli altri premier europei sono ebeti.

Trentesimo giorno, 30.03.09
Si candidi anche lui alle europee

Trentunesimo giorno, 31.03.09
La crisi e' seria

Trenatduesimo giorno, 01.04.09
L'effetto serra non esiste

Trentatreesimo giorno, 02.04.09
Le nomine della Rai fatte a Palazzo Grazioli

Trentaquattresimo giorno, 03.04.09
Obama!!! Come here!!!

Trentacinquesimo giorno, 04.04.09
Al telefonino, perde la conferenza

Trentaseiesimo giorno, 05.04.09
Potrei diventare cattivo con le televisioni.
Se io dicessi *non guardate questa TV* crede nessuno mi seguirebbe?

Trentasettesimo giorno, 06.04.09
Si sta come d'autunno sugli alberi le foglie

Trentottesimo giorno, 07.04.09
Ai meeting come in gita scolastica

Trentanovesimo giorno, 08.09.04
Una bella scampagnata che muove l'economia, Brunetta
(la manifestazione CGIL)
Carnevalate, Gasparri
(la manifestazione CGIL)

Quarantesimo giorno, 09.04.09
Non si facciano polemiche.
E andate al mare? e arrivare in caschetto?
Il piano casa in un paese a rischio sismico

Evasione fiscale

Non sprecate parole come gli empi.
La vostra quaresima sia il solo pregare con le parole che Gesu' vi ha insegnato

Holy Thursday, 09th April 2009
Nessun Peccato Da Confessare

Holy Friday, 10th April 2009
Il Sonno Della Ragione Genera Mostri

Holy Saturday, 11th April 2009
Taj Mahal

Resurrection Easter, 12th April 2009
Il prete e il deportato

Tempo politico ordinario 2009

prima settimana

Le battute in Abruzzo: vorrei farmi rianimare da lei
Si cambi pettinatura

Santoro sull'Abruzzo: indecente
Zavoli: indecente non accettare voci fuori dal coro

Situazione politica nel piovese:
uniamoci contro la sinistra.
GG: si', cosi' rispostiamo il monumento
DX: anche i tuoi ne han spostato uno
GG: bene, ma
Non conta la politica?
Non rispondete mai; se io dico che abbiam sprecato soldi, dite *anche voi*, non *noi no*
Ma allora voi votate DX pur convinti che la DX faccia schifo, solo xk vi fa piu' schifo la sinistra?Se B*** e' ladro, voi rispondete che lo sono anche a sinistra, non che non lo e'?
Quindi accettate che lo sia?

E Coccato e' di sinistra?

R: i pilomat sono peggio di aver spostato il monumento
(sic)

Niente accorpamento europee-referendum, la Lega ha paura di perderlo.
E cosi' si mangiano milioni di euro che paghiamo noi e potevano essere destinati all'Abruzzo.
Viva la Lega.
I politici non sono tutti uguali.

Vauro sospeso, Santoro ammonito.
Vespa no.
Servizio pubblico da terzo mondo (non so ancora scrivere regime)
I politici non sono affatto tutti uguali.

seconda settimana

Terremoto:
Si facciano le inchieste, ma non si perda tempo per le ricostruzioni

Il premier dopo la vicenda Santoro:
La Tv italiana non rispecchia piu' il paese, e' fatta da vecchi
(mediaset no, trasmette solo cultura)
:-(
 

La Bossi Tax

Le barzellette dei destri (Giornale e Libero)

Sapete perche' non ci sara' l'election day?
Perche' la Lega sa che votando a giugno il referendum non raggiungera' il quorum?
Noooooooooo!!
E' perche' il PDL, in caso di crisi, sarebbe preoccupato del *vuoto di potere* in momenti di emergenza come questi.
(dicono i servi del Giornale e di Libero)

Pazzesca la faccia tosta che hanno.
E incredibile soprattutto la strafottenza nei confronti dell'elettorato che li vota proprio perche' dicono (dicono, si badi) di essere contro le tasse e invece adesso, grazie a loro, pagheremo centinaia di milioni perche' non si arrivi al quorum nel referendum.

E la meschinita' nei confronti di chi soffre in Abruzzo e potra' contare su meno soldi perche' il PDL, pur di non fare la crisi di governo, non fa l'election day.

E la mia tristezza, come al solito, e' rivolta non a loro ma a chi li vota.

Santoro

Si diceva che negli anni 50 la televisione avesse insegnato a parlare.
Quella di B******** ha fatto di meglio; ha insegnato a stare zitti.

Libero: vogliono che spariamo.
(relativamente alla nave di Malta)
Legata alla mia discussione in classe sul razzismo e perche' il razzismo e' *causato* dalla Lega.
E perche' (in riferimento ad altri titoli violenti) non si possono affidare compiti di umanitarismo a persone che di umano poco hanno.
(anche in relazione ai 100 anni della Montalcini)
e visto che poi fanno i santarellini buonisti quando Sky pubblica Shooting Silvio.
Ipocriti!

Festa di Liberazione.
...non dell'oblio o del qualunquismo o del revisionismo
o del basta-che-se-magna o dell'antipolitica o dell'erano-tutti-uguali.
No.
LIBERAZIONE.

Terza Settimana

*Ciarpame senza pudore* neppure le sue mura lo credono.
ma 20 milioni lo voteranno.
che tristezza.

Salo' e l'equiparazione repubblichini, partigiani.
Poi il retrofront.

01 maggio
festa dei lavoratori.
astenersi chi non ne sostiene i diritti, vota la salvamanager e disprezza le donne

Now the full number of those who believed were of one heart and soul,
and no one said that any of the things that belonged to him was his own,
but they had everything in common...There was not a needy person among them,
for as many as were owners of lands or houses sold them
and brought the proceeds of what was sold and laid it at the apostles' feet,
and it was distributed to each as any had need
Acts 4, 32, 34-35
La moltitudine di coloro che eran venuti alla fede aveva un cuore solo
e un'anima sola e nessuno diceva sua proprietà quello che gli apparteneva,
 ma ogni cosa era fra loro comune...Nessuno infatti tra loro era bisognoso,
 perché quanti possedevano campi o case li vendevano,
portavano l'importo di ciò che era stato venduto e lo deponevano ai piedi
degli apostoli; e poi veniva distribuito a ciascuno secondo il bisogno.

Atti 4, 32, 34-35

Ok, la vicenda e' privata ed e' giusto che sia trattata come tale; ma quando nel 2001
ci hanno riempito le case di carta (non richiesta) per pubblicizzare la loro perfetta storia italiana,
allora andava bene che la vicenda fosse pubblica?

(i politici non sono tutti uguali

 

Quarta settimana

Mentana
Mediaset un consiglio di amministrazione politico.
Io lo sapevo, ma la notizia mi pare terribile.
E, come al solito, la cosa ancora piu' grave mi pare che la maggior parte se ne strafreeghino.
Per non parlare di chi lo vota, che addirittura

Il buonsenso dei destri.
Credete veramente che si sia fatto le ragazzine?

Noi no, in effetti.
Crediamo sia uno scandalo come si comporti, crediamo che dovrebbe dimettersi, ma no, in effetti non credo che lui sia sia veramente fatto ne' Noemi ne' altre.
(io, personalmente, non ho mai nemmeno creduto che lui si sia fatto la Carfagna, pensa te)
Per me/noi lo scandalo e' che lui sia/si comporti cosi' e basta, non che poi riesca a farsi le ragazzine.

Ora rispondete voi:
Il buon senso che dice a noi che lui e' un essere spregevole ma non sia andato con minorenni, cosa suggerisce a voi alla domanda se lui sia onesto o meno?
Li' vi affidate a quello che e' scritto nelle sentenze (oltretutto provato essere guidate da lui) o invece vi affidate anche voi al buon senso ed ammettete che delle accuse mossegli, la stragrande maggioranza non possono che essere vere?

Parrucconi.
Lo schiavo  Ghedini chiama cosi' la sinistra nella vicenda Noemi.
E Emma Bonino.
Tranne fare loro i parrucconi ogni volta non c'e' il loro capo implicato.
(tranne quando si va contro la Chiesa)
Allora loro difendono qualsiasi dogma, (giusto o sbagliato che sia il farlo)
Io ho una parola sola.
IPOCRITI!
 

Quinta settimana

Il papa' di Maroni

"Generalmente sono di piccola statura e di pelle scura.
Non amano l’acqua, molti di loro puzzano perchè tengono lo stesso vestito per molte settimane.
Si costruiscono baracche di legno ed alluminio nelle periferie delle città dove vivono, vicini gli uni agli altri.
Quando riescono ad avvicinarsi al centro affittano a caro prezzo appartamenti fatiscenti.
Si presentano di solito in due e cercano una stanza con uso di cucina. Dopo pochi giorni diventano quattro, sei, dieci.
Tra loro parlano lingue a noi incomprensibili, probabilmente antichi dialetti.
Molti bambini vengono utilizzati per chiedere l’elemosina ma sovente davanti alle chiese donne vestite di scuro e uomini quasi sempre anziani invocano pietà, con toni lamentosi e petulanti.
Fanno molti figli che faticano a mantenere e sono assai uniti tra di loro.
Dicono che siano dediti al furto e, se ostacolati, violenti.
Le nostre donne li evitano non solo perchè poco attraenti e selvatici ma perchè si è diffusa la voce di alcuni stupri consumati dopo agguati in strade periferiche quando le donne tornano dal lavoro.
I nostri governanti hanno aperto troppo gli ingressi alle frontiere ma, soprattutto, non hanno saputo selezionare tra coloro che entrano nel nostro paese per lavorare e quelli che pensano di vivere di espedienti o, addirittura, attività criminali.
Propongo che si privilegino i veneti e i lombardi, tardi di comprendonio e ignoranti ma disposti più di altri a lavorare.
Si adattano ad abitazioni che gli americani rifiutano pur che le famiglie rimangano unite e non contestano il salario.
Gli altri, quelli ai quali è riferita gran parte di questa prima relazione, provengono dal sud dell’Italia.
Vi invito a controllare i documenti di provenienza e a rimpatriare i più.
La nostra sicurezza deve essere la prima preoccupazione".

Relazione dell’Ispettorato per l’Immigrazione del Congresso americano sugli immigrati italiani negli Stati Uniti, Ottobre 1912.
 

21-05-2009
20 milioni voteranno uno che pensa che le persone votate svolgeranno un ruolo *pletorico e controproducente*
 ☻☻☻ ....sempre meno sorpreso di lui, sempre piu' sconvolto da chi gli va dietro. povera patria

Politics:
Insegnare e politica

ok, lasciamo stare, roberta.
mi fa piacere tu ti sia scoperta, almeno
leghista e berlusconiana, non *non influenzabile*, come dici nel tuo profilo.
lasciamo perdere

io non posso e non voglio capire chi crede davvero che un essere spregevole come l'attuale premier sia votabile.
non posso e non voglio capire chi crede che uno abbia il consenso perche' sia bravo e non perche' abbia il potere
(anche Pinochet e Ceausescu avevano consenso, lo sapevi')
io non posso e non voglio capire chi posta ogni giorno messaggi a favore delle donne e poi vota un essere che regala collier da milioni alle minorenni dicendo che lo fa sempre
io non posso e non voglio capire chi vota un governo che sta distruggendo la scuola e poi si scaglia contro chi queste cose le denuncia.
si' cara roberta, la mia scuola sta morendo per colpa dei tagli dell'osceno attuale ministro ed io dovrei stare zitto?
no, parlero' e diro' sempre forte che questo non e' un governo, ma una simildittatura voluta da un uomo che a tanto e' arrivato per evitare condanne che pesavano ( e per sempre peseranno) sulla sua coscienza
io non posso e non voglio capire chi dice di essere cristiano il venerdi' quando bisogna impedire ai musulmani di aprire le moschee e poi la domenica quando sente il vangelo che dice di accogliere i poveri, si gira dall'altra parte
non posso e non voglio capire chi e' dalla parte di chi attacca il parlamento dicendo che non serve a niente sputando su quegli stessi 20 milioni che alle sue barzellette credono
no, io non posso e non voglio capire tutto questo, roberta
lasciamo perdere
ho l'impressione che tu sia una grande persona e che abbia dato tanto nella vita
ma l'abisso che ci separa sul piano morale e' troppo forte.
io non so stare zitto di fronte a tutto quello che ho scritto sopra
(e c'e' molto altro, questo e' solo quello che mi e' venuto in mente al momento)
per cui nessun rancore da parte mia ma, ripeto, lasciamo perdere
in bocca al lupo per tutto

24.05.2009
Lasciate perdere le lacrime di coccodrillo per Falcone
(e tra due mesi per Borsellino) voi che vi accingete a votare
chi ogni giorno lotta per distruggere la magistratura.

02nd June 2009
Festa della Repubblica.
Perche' repubblica, costituzione, parlamento sono parole belle e idee nobili.

Come sociale, pubblico, solidale, buono, tolleranza, magistratura,centralismo, stato, legge, doveri, diritto, dibattito, dissenso.
Dissenso. Stato. Costituzione.
Viva la Repubblica Costituzionale Italiana.

23rd July 2009
Nemmeno io sono santo, ma nemmeno presidente del consiglio.

07th September 2009
*Cattocomunista* e' una parola bellissima; nemmeno *socialcristiano* mi piacerebbe
cosi' tanto come definizione, a pensarci bene; pur essendo piu' elegante lessicalmente.
che bello stare contro il potere ed essere da quest'ultimo complimentati.

11th September 2009
E'
veramente un uomo da compatire; da prendere per le spalle chiedendogli di sfogarsi.
Che pena che fa.
Il problema e' il ruolo che ricopre, certo; ma e' veramente ridotto ad uno stato pietoso.

16th September 2009
La vicenda Placido vs. Brunetta-Bondi parrebbe di per se' molto preoccupante.
Ma se fosse il segno dell'inizio della consapevolezza?

17th September 2009
Smettere di mandare ragazzi a giocare alla guerra, no, eh?

18th September 2009
Ditemi, vi prego: a parte l'arte e l'Amore (maiuscola non casuale),
cosa mai possa riscattare questa societa' di merda (parolaccia non casuale)
che si nutre di potere, sopraffazione e falsita'. Grazie

19th September 2009
Brunetta, Brunetta.....magari avessi ragione tu!!!
:/

20th September 2009
Un paese dove un ministro della repubblica dice *andate a morire ammazzati* a chi non e' d'accordo con lui; un altro urla alla secessione, insulta meta' della sua patria e chiama *ladrona* la nostra (e sua) capitale (dove prende uno stipendio da nababbo, tra l'altro); dove il primo ministro non risponde in parlamento alle sue (per ora presunte) illegalita' morali e politiche ed invece cassa le sentenze scrivendosi delle leggi che bloccano i processi e odia la costituzione; beh, un paese cosi' non e' ovvio che diventi l'eldorado della delinquenza, della criminalita' organizzata e del non rispetto delle leggi? Si raccoglie quello che si semina, no?

03rd November 2009
Io sarei d'accordo:la sentenza che bandisce i crocifissi e' scandalosa.
Ma non riesco a nascondere il fastidio per chi difende il crocifisso ma si iscrive a gruppi di odio razziale.
Per chi difende il crocifisso qui ma quando parla bestemmia a raffica.
Per chi difende il crocifisso ma a Messa tiene il cellulare acceso, usa SMS e non ascolta la Parola che dal Crocifisso stesso viene.

...in queste ore sta crescendo a dismisura la mia intolleranza quasi fisica per tutta questi gruppi e/o persone che dopo aver passato una vita a bestemmiare, dopo essersi sempre proclamati atei e volendo non molto cristianamente tagliare la testa agli immigrati, improvvisamente si scoprono difensori del crocefisso.
che ca*** di senso ha???
l'hanno scambiato per il tricolore o per il simbolo di FN?

 

 06th November 2009

ma non e' esattamente il 70 per cento, eh.

se date cifre sbagliate e' chiaro che poi passano cose (tipo che lui possa fare quello che vuole) che sono sbagliate in partenza.

allora:

il premier ha preso il 35 per cento dei voti, NON il 70.

anche aggiungendoci la lega diventa il 45, NON il 70.

Ma si tratta del 40 per cento dei votanti, NON DI TUTTE LE PERSONE, come dite voi.

dato che votano piu' o meno 30 milioni (su 40 che ne han diritto), il vs premier ha preso (ha) 12 milioni (massimo, con la lega) di persone che lo votano.

su 40, cioe' circa il 30 scarso per cento, NON il 70.

e se poi consideriamo la totalita' degli italiani, cioe' 60 milioni, di questi non ha NEMMENO il 20 per cento, altro che il 70.

(non e' giusto considerare anche bambini e non votanti, ma e' quello che fate voi quando dite che ha il 70 per cento delle PERSONE con lui, no?)

questo non toglie che chiunque altro abbia preso MENO DI LUI; questo e' certo.

ma gli altri non dicono bugie sulle cifre, lui si', questa e' la differenza.

il vs premier ha il TRENTA per cento degli italiani con lui, NON IL SETTANTA.

28th November 2009

io vorrei riuscire a trovare un destro, uno solo, che avesse il coraggio di dirmi, guardandomi negli occhi:
*io sono convinto che il decreto legge sul processo breve sia stato fatto per tutto il popolo italiano*

Lui odia quelli che scrivono i libri sulla mafia; mica i mafiosi.
Che pover'uomo!

04th December 2009
eppure l'asilo lager e il processo alla mafia sono collegati dallo stesso fil rouge: quello di un paese in cui non esiste piu' alcun senso morale; per il potere ci si sbraca senza ritegno e non si guarda in faccia a nessuno; per i soldi si scavalcano le leggi e le si cancellano; e in nome di chi e' morte in croce si fanno le guerre che chi e' morto in croce avrebbe condannato.
siamo tutti figli (mezzi morti) del sistema liberale che esalta l'egoismo e la furbizia e penalizza onesta' e bonta' di cuore.
http://www.giuseppegazerro.com


16th December 2009
P
arlano di "mandanti morali" per l'aggressione al premier e fanno anche i nomi.
Per me è una sciocchezza enorme; ma sarebbe accettabile ad una condizione:
che le stesse persone che oggi dicono ciò, considerino "mandanti morali"
gli esponenti della lega al prossimo rom picchiato o al prossimo barbone bruciato vivo;
e considerino mandante morale il premier al prossimo giudice ucciso

Come se avessi votato Al Gore e fosse il 12 settembre 2001
 

24th December 2009
Lui perdona Tartaglia ma chiede che gli diano 30 anni.
Premio per il piu' grande ipocrita natalizio mai visto.

Vacanze alle Bahamas film d'essai.
Beh, questo non merita nemmeno commento.
Auguro a Brunetta di passare il Natale guardando film di Placido.
E poi piangere.

Titolo del Giornale di oggi:
(e l'aveva gia' fatto l'anno scorso)
Foto di gente bloccata sulla neve:
Didascalia:
*E questo sarebbe il surriscaldamento*
Ignoranza, cattiveria, disinformazione e malafede in una sintesi perfetta.

26th December 2009
CAMPAGNE D'ODIO: “E’ in atto una campagna d’odio contro di me, il fascismo e l’Italia” Benito Mussolini, 1932.
“Gli ebrei alimentano una campagna d’odio internazionale contro il governo.
Gli ebrei di tutto il mondo sappiano: questo governo non è sospeso nel vuoto, ma rappresenta il popolo tedesco.” Adolf Hitler, 1933

30th December 2009
*Chi parla della repressione in Iran taccia o prendera' pugni in bocca*
Il *padroni a casa propria* ormai e' la legge del mondo.
E piu' sono fascisti, piu' vale.
Chi ha il mandato lo usa per comandare, non per essere al servizio del popolo.
Che brutto mondo.

2010

10th January 2010
Maroni: "Calcio, tolleranza zero. Stop al primo coro razzista".
Applicando questa regola alla politica, la Lega sarebbe fuori
dal parlamento da una ventina d'anni

22nd January 2010
I
o lo so che e' triste dirlo, ma credo che ormai non si possa fare altro
che aspettare che qualche mafioso, qualche stupratore o qualche pederasta
approfitti di questa legge criminale per farsi annullare il processo o tornare a delinquere.
Forse allora ci accorgeremo di cosa stiamo facendo, in questo povero paese,
alla
giustizia ed alla lotta contro il crimine.


06th February 2010
Ore in meno, indirizzi in meno, classi sempre piu' numerose;
ha ragione il nostro governo: e' una riforma epocale;
nel senso che ci porta dall'epoca dell'Italia Europea
a quella dell'italietta regionalista, povera e impoverita
da un governo impegnato solo a decapitare la giustizia

06th March 2010
non ce l'ho con la destra. ce l'ho con chi dice che i partiti
ed i politici sono tutti uguali.
ed intanto siamo arrivati ai decreti *interpretativi*. fantastico.
a quando la riscrittura della costituzione come premio
per chi vince amici e/o il grande fratello?
povera destra, povera italia, poveri qualunquisti.
e poveri noi che crediamo in chi crede nella legge e nella democrazia.

10th March 2010
Uomini di destra, sono certo che voi in cuor vostro
sappiate benissimo quanto scandaloso sia quanto accaduto stasera.
come la sera del processo breve....
come la sera della cirielli..
come la sera del lodo alfano...
Voi persone serie di destra, voi che votate destra perche' credete nella libera impresa e nella legalita', mi appello a voi:
Uomini di destra seri e democratici, il vostro capo ha promesso fuochi d'artificio. Fateli davvero
:
MANDATELO FUORI DAI COGLIONI.
Sta rovinando voi, noi e tutta la vita politica di questo nostro paese.
Le tantissime persone serie che tra voi ci sono non meritano di continuare
questi penosi teatrini per difendere un solo uomo.
LIBERATEVENE e comincera' una vera primavera per l'Italia;
senza leggi truffa, aggiramento di regole e disprezzo della legalita'.

 

15th March 2010
Indaghiamo sui magistrati.
Dice il Geniale.
E certo, come no?
Intercettiamoli.
Rendiamo pubbliche le telefonate.
Vendichiamo il capo della repubblica della banane.
Ovviamente mafiosi, stupratori e pederasti avranno via libera.
Ma l'importante e' combattere la magistratura, no? Mica la delinquenza!!!
La cosa incredibile, per me, infatti, non sono le sciocchezze di Feltrino o la beotaggine di chi li vota.
E' il fatto che quest'ultimi siano convinti che la sicurezza la voglia la destra.
Pazzesco.
Con questa destra, tra poco, delinquere sara' ufficialmente legale.

20th March 2010
Bella piazza, triste piazza.
Ora anche le questure sono di sinistra.
Fantastico.
In pratica chiunque non segua pedissequamente le paturnie del sultano, e' fomentatore d'odio.
Devono stare attenti i liberali che tifano Juve o Inter: non tifando Milan essi sono automaticamente illiberali nipotini di Stalin.

24th March 2010
Una donna ricca, un uomo povero.

30th March 2010
Eppure c'e' una cosa che mi piace, in quest'astensione:
nessun sultano governera' mai l'Italia.
5 milioni di voti; 10 se teorizzassimo che avesse preso tutti i voti delle politiche
nelle regioni in cui non si e' votato.
Insomma, un italiano su 5 lo vota; 4 su 5 no.
Nonostante le cifre che diffonde lui.
Non siamo ancora tornati al medioevo, insomma; io spero.

Poi le citta', dove la destra ha perso ovunque, anche al Nord, persino a Milano.
Brunetta che non vince e i grillini che si moltiplicano e da una parte ci fan perdere,
ma dall'altra dimostrano che tanti stanno capendo e reagendo.
Dai, potrebbe non essere andata poi tanto male.
 

18th April 2010
Vilipendio

di cadavere

di Marco Travaglio

Ieri mattina, sciaguratamente, ho acceso la tv e mi

sono imbattuto su una rete Mediaset nella

telecronaca diretta del funerale di Raimondo

Vianello. Del grande attore scomparso, per sua

fortuna, non c’era traccia, essendo già ben chiuso nella

sua bara. In compenso imperversava dappertutto un altro

comico, anzi un guitto tragicomico con le gote avvizzite e

impiastricciate di fard fucsia e il capino spennellato di

polenta arancione, che officiava la cerimonia, dirigeva le

pompe funebri, smistava il traffico delle préfiche,

abbassava il cofano del carro, salutava la folla come Gerry

Scotti, poi nella chiesetta sbaciucchiava a favore di

telecamera la povera vedova pietrificata in carrozzella e

cercava di farla ridere con qualche battuta all’o re c ch i o ,

chiamava i battimani associandosi ai cori da stadio

“Raimondo Raimondo” sollecitati da Pippo Baudo: era il

presidente del Consiglio. Sul pratone di Milano2, un

maxischermo da concerto rock ingigantiva quelle

immagini raccapriccianti esponendole al “bell’applauso”

di una folla di curiosi armata di telefonini e videocamere

per immortalare la sfilata dei “vip”, come sulla banchina di

Porto Rotondo e nel dehors del Billionaire a Ferragosto.

Infatti, in quel festival di botulini e siliconi, incedeva

persino Lele Mora (Luciano Moggi, altro magister

elegantiarum, era passato il giorno prima in una pausa del

suo processo). Ho sperato con tutto il cuore che al grande

Raimondo, impegnato nell’ultimo viaggio, sia stata

risparmiata la vista di quello spettacolo sguaiato, volgare,

fasullo: l’esatto contrario della sua vita garbata, elegante,

ironica e autoironica. L’estremo oltraggio. Vianello era,

politicamente, un berlusconiano. Ma,

antropologicamente e artisticamente, era l’antitesi vivente

del berlusconismo. Infatti han dovuto aspettare che

morisse per coinvolgerlo, ormai impotente e incolpevole,

in una baracconata invereconda che ricorda il feroce

episodio de “I nuovi mostri” firmato da Scola, in cui Sordi,

guitto di provincia, recita l’elogio funebre del capocomico

al cimitero, sul bordo della tomba, rievocandone le

battute più grasse e pecorecce mentre tutt’intorno si

applaude e si sghignazza. Gli storici del futuro che

tenteranno di interpretare l’Italia di oggi non potranno

prescindere da quelle immagini, perché difficilmente

troveranno miglior reperto del nostro tempo: l’epoca dei

senza pudore e dei senza vergogna. Una bara sequestrata

da un anziano miliardario squilibrato, malamente pittato

da giovanotto, che si crede Napoleone e monopolizza la

scena con la stessa congenita volgarità con cui, proprio un

anno fa, passeggiava sui cadaveri dell’Aquila accarezzando

bambini, baciando vecchie, promettendo case e dentiere

nuove per tutti. Una povera vedova incerottata e distrutta

dalla malattia e dal dolore esposta alle telecamere e ai

megascreen mentre mormora “Raimondo, io sono qua”

senza neppure il diritto di farlo sottovoce, in penombra,

lontano da microfoni, occhi e orecchi invadenti, pronti a

trasformare tutto in “go s s i p ”. E, tutt’intorno, nessuno che

notasse lo scempio. Nemmeno un consigliere che

suggerisse al capo un po’ di raccoglimento, di

compostezza, di silenzio, o gli spiegasse che ai funerali

non c’è niente da ridere nè da applaudire. Men che meno

ai funerali di Vianello, al quale bastava e avanzava il

bellissimo necrologio bianco dettato dalla sua Sandra.

“Berlusconi – scrisse un giorno Montanelli – è talmente

vanesio che ai matrimoni vorrebbe essere la sposa e ai

funerali il morto”. Infatti, anche per evitare di ritrovarselo

cianciante alle sue esequie, il vecchio Indro lasciò detto

nelle sue ultime volontà: “Non sono gradite né cerimonie

religiose, né commemorazioni civili”. Forse Berlusconi

non se n’è accorto, ma ieri ha seppellito sguaiatamente

l’ultimo berlusconiano elegante e ironico rimasto in

circolazione. Se lo capisse, se ne preoccuperebbe più che

per il divorzio da Fini. Ma, se lo capisse, non sarebbe

Berlusconi.

22 Maggio 2010
Intercettazioni, Bondi e Minzolini.
Ricominciamo.

Le intercettazioni dimostrano che questa destra e' a favore della delinquenza, non contro.
Come han fatto credere a quei poveretti che li han votati.

Bondi dimostra quanto e' un pover'uomo nella sua difesa piagnucolosa e patetica, dopo la bella figura di Cannes contro la Guzzanti.
Patetico.

E Minzolini e' riuscito a far vergognare i suoi giornalisti della testata piu' prestigiosa d'Italia.
Viva il partito dell'amore.

27th May 2010
Ok; adesso vediamo se qualcuno comincia ad incazzarsi.
in caso contrario comincero' anch'io a dichiararmi ottimista.
il che significa aver perso in partenza.
non c'e' niente che porti sfiga come l'essere ottimista.
si vis pacem para bellum.

02nd June 2010
F
esta della repubblica.
serenissima, padana, banane, italiana, della cricca, dei piduisti o dei servizi segreti?
Scegliete voi.
Io, nel dubbio, piango la scomparsa della *mia* repubblica.
e non festeggio ma suono e ringrazio.

08th June 2010
La sovranita' in italia appartiene ai PM???
Non credo proprio!
Saremmo il primo paese al mondo.
Ripassi un po' di storia, signore!

14th July 2010
Da Benigni al Giornale: l'allarme traffico.
Ci siamo; il Geniale, come dice Travaglio, e' arrivato inconsapevolmente al livello del boss di Johnny Stecchino.
Nel giorno in cui si condanna Dell'Utri, F***** mette in prima un articolo sul problema del traffico.
Stupendo.

20th July 2010
Liberta' di stampa:
un tipo grassoccio, decisamente basso,
ultrasettantenne, con piu' di cento processi a carico e una decina di condanne
gia' acclarate passate in prescrizione, con trapianto di capelli e poi parrucchino,
cerone, parecchi lifting, tacchi alti e nascosti si prende gioco
della (presunta) non bella presenza di una distintissima e coltissima signora sua collega.

22nd July 2010
Verdini e i sacrifici....che scandalo!!!
Dichiarare che 2 milioni di euro possano provenire da *risparmi* e' veramente uno sputo in faccia
a chi lavora in fabbrica, a chi e' malato, a chi ha avuto dei figli problematici.
Partito dell'amore...dell'amore della menzogna, della cattiveria e della corruzione, altroche'!

13th August 2010
...quanta gente che si sta svegliando nella PDL...
FL: *voi attaccate Fini che non e' nemmeno iscritto alla procura
e difendete un plurindagato?*
Bello.


Il Tinello Delle Liberta'

31st August 2010
La cosa che mi fa piu' schifo e' il silenzio lecchino dei leghisti.
Fanno finta di essere difensori della cristianita' e poi se uno viene qui
a dire che l'europa deve islamizzarsi stanno zitti solo perche'
hanno paura di andare contro il lor
o capo.
E poi dicono che ce l'hanno duro.
Oltre al cervello, non hanno duro proprio un cazzo.

30th September 2010
Durante la farsa della fiducia anti-FLI alla Camera:
*Un paese in cui si trasmette e si guarda il Grande Fratello da 10 anni e' un paese
inevitabilmente destinato a crescere una generazione di lobotomizzati*
Luca Barbareschi

07th October 2010
Non amo scrivere messaggi negativi o che criticano altre persone.
Pero' non posso non notare che oggi tutti si scagliano contro il mostro che ha violentato sua figlia. (o cosi' mi pare, almeno, scusate se non conosco la vicenda)
Ma non ci sono tutti questi messaggi per le scuole che hanno sempre meno classi, gli ospedali che vengono accorpati e chiudono, la delinquenza che esulta per le leggi che sono prossime ad essere emanate.
E' di oggi fresca la notizia che si stava facendo una campagna contro confindustria, colpevole di aver criticato il governo.
E' meno grave?
Ricordatevi, cari ragazzi, che (e l'ha detto uno di destra, eh!):
*un paese dove da 10 anni viene trasmesso e visto il grande fratello e' destinato a diventare un paese di lobotomizzati*
(Luca Barbareschi)
...e le due cose non possono che essere collegate; dato che alcuni tipi di violenza estrema e di perdita totale del senso di sacralita' della vita non possono che venire dalla lobotomizzazione di chi adesso piange Sara ma che il senso della vita se lo butta alle spalle ogni giorno accettando corruzione, furbizia e prevaricazione dei piu' forti.

18th October 2010
Sono incazzatissimo per la famiglia distrutta da un delinquente
che si approfitta di un paese dove se ti arrestano o ti inquisiscono,
il delinquente e' chi ti arresta o ti inquisisce.
Mai l'inquisito.
E quindi i delinquenti delinquono meglio, da noi.

24th November 2010
Dai, ragazzi, siate sobri.

Basta inventarsi che napoli e' piena di rifuti,
l'aquila e' ancora per terra e la scuola e' a pezzi.
Sarebbe come voler far credere che in un paese europeo
un premier accoglie prostitute a palazzo e poi le fa liberare
credendole nipoti di capi di stato africani.
Non ci crede nessuno.
Smettiamola di inventarci una realta' virtuale e che si sia sobri, please.

04th December 2010
Terrorista e figlio di.
Ipocrita, falso e servo lo era gia'.
Ma la lista di prescrizione degli uomini di FLi lo innalza di livello.
Pover'uomo.

I traditori sono chi se ne fregano delle prerogative del capo dello stato.
Traditori della patria, quantomeno.
Che del resto hanno gia' affossato alleandosi con gli uomini che sputano sul tricolore-
No sweat.

08th December 2010
A cosa servono leggi e sanzioni quando i fondamentali doveri morali
non sono piu' immediatamente evidenti ed accettati da tutti?
Nessuna sanzione potra' mai bloccare il crimine finche' le coscienze
non saranno educate a percepire la legalita', la legge, la costituzione e la morale
 come qualcosa di assoluto, che viene prima del singolo,
prima del potere, prima della ragion di stato.
Godfried Danneels & Giuseppe Gazerro

23rd December 2010
Quest'anno regalate libri e dischi.
Nel momento in cui le nostre radici e la nostra coscienza subiscono il piu' forte attacco mai sferrato dai tempi del MinCulPop, regalate libri e dischi.


 

2011


14th January 2011
Un bel giorno per la legge, direi

15th January 2011
Un'invasione nella vita privata.
Ma allora anche quando si indaga su pederasti e stupratori?

20th January 2011
L'orrore lo si dovrebbe provare per chi vuole bloccare l'azione dei giudici

*******non per Saviano che dedica un libro alla magistratura, cara Barbara B.
Che poi mi chiedo:
ma se queste feste sono cosi' normali:
ci mandereste i vostri figli?
come mai i magistrati ci puntano?
come mai sono state interrotte?
come mai nessuno le descrive tali nelle intercettazioni?
come mai son tutti cosi' incazzati?
come mai invitavano prostitute?

Inoltre vorrei sapere perche' qui non girano piu' messaggi antipedofilia.
A pensare si fa peccato ma si indovina; vero?

28th January 2011
Politics; a pensar male si fa peccato ma si indovina, dicevano?
Io non vedo piu' i ragazzi indignati con la pedofilia.......boh

10th February 2011
Preghiera per la mia patria
(ancora non scritta)

15th February 2011
Siamo poche donne radical-chic, caro Minzolini.

28th February 2011
Bersani, stavolta non sono d'accordo con te.
Incazzarsi perche' il premier insulta la Scuola?
E perche' dovremmo???
Il ns premier insulta Saviano, la Costituzione, i Magistrati e la legge.
Esalta, invece, Mangano, Putin, Dell'Utri e Gheddafi.
...E secondo te io da che parte dovrei stare meglio?
Dalla parte di quelli che gli piacciono?
Gli insulti dei malvagi sono le mie medaglie

10th March 2011
Con questa riforma non avremmo avuto Tangentopoli.
Motivo perfetto per buttarla via, quindi, no?
No.
Invece e' proprio il motivo per cui e' stata pensata, il motivo per cui passera' ed il motivo per cui sta bene a tutti i loro elettori.
Chissa' perche'.

30th May 2011
Non ci caschiamo piu'.
Viva l'Italia.

13 June 2011
SB in Israele con Nethaniau e il bunga bunga nel quadro


nn solo in questo momento.
fa pena sempre.
puo' essere oggetto di invidia solo da parte di sfigati come quelli che lo votano e che capiscono solo i linguaggio dei soldi e del potere.
le persone di cuore lo compatiscono.
da sempre.

referendum

14th June 2011
La peggiore italia
Vergogna, che vergogna, signor Brunetta.
E non e' nemmeno quello che dici.
E' la cattiveria che non ti vergogli di far trasparire.
E' la malvagita' che hai dentro e che non solo non freni ma che nutri e di cui ti compiaci.
Nessuna rabbia, signor Brunetta.
Fai una sincera, profonda pena

20th July 2011
io sono contento per come e' andato il voto.
sono contento per la coerenza di gran parte della maggioranza.
sono contento perche' e' prevalso il concetto di legge uguale per tutti.
e sono contento che non ci sia stato nessun voto di scambio nella destra.

ma non saro' mai contento perche' un uomo viene portato in galera.
nemmeno se colpevole.
io oggi sicuramente non ho niente da festeggiare

20th September 2011
Siamo stati declassati dallo status di AAA a quello di AHAHAH.
Del resto, l'ho sempre detto io che siamo un paese A-.

Nessuna delle due battute e' mia: la prima e' di Sabina Guzzanti, la seconda del mio amico Carlo Xodo.

23rd September 2011
http://www.repubblica.it/scuola/2011/09/24/news/gaffe_gelmini-22159174/

05th October 2011

Ragazzi,
non ha senso imprecare perche' Wikipedia ha chiuso ed aspettare che riapra.
Informatevi del motivo per cui ha chiuso.
(o per cui teme di dover chiudere, sarebbe piu' corretto dire).

Quando lo saprete (e ne trarrete le conseguenze), automaticamente Wikipedia riapra' subito


17th October 2011

Io sto con gli indignados e ovviamente non sto con i black blocks (riesco a stento ad alzare la voce, quando ho i nervi); ma sto ancora meno con un Governo che ci da come esempio morale quello di fare qualsiasio cosa, quando si vuole e come si vuole, in spregio delle regole morali e di quelle concrete, anche.
Distruggendo le istituzioni statali e il nostro patrimonio artistico ed economico.
Esattamente, quindi, quello che fanno i black blocks.

Tutta la discussione da Facebook.
Sugli scontri e sul partecipare o meno degli intellettuali alla manifestazioni.


****************************************
Credo nello scrivere molto piu' che nel parlare.
La parola scritta non e' mai ipocrita, influenzata dall'attimo, interessata o debole.
E' pensata, eterna e non riusciamo a fregarla con le bugie della nostra mente.
Che guidano invece spesso le cose che diciamo.
Mai quelle che scriviamo.

08th November 2011
La casta e il qualunquismo

12th November 2011
Il mio editoriale

16th November 2011
Mario Monti presidente del consiglio.
Francesco Profumo ministro della pubblica istruzione.
Musica.
...
Cosi', senza nemmeno sapere chi siano/cosa faranno?
Si'.
Perche' una cosa la so di sicuro:
non parleranno di partito della gnocca, non diranno che i precari sono la parte peggiore del paese,
non faranno liberare ladre marocchine dando loro dei soldi e facendo finta che siano
nipoti di capi di stato, non diranno che un leader estero e' una cu***** inch*****ile
e non parleranno di tunnel insesistenti.
Scommettiamo?

17th November 2011
Ho compilato online il censimento.
Che bravo cittadino.
Sono pronto anche a pagare l'ICI, caro professor Monti.
Pero'...l'ICI si'e la patrimoniale no?
mmm...un giorno e sono gia' all'opposizione...


18th November 2011
Michele Serra: perche' Monti va bene

24th November 2011
Se il grana padano e' la prova dell'esistenza della Padania, il Caprice de Dieux e' la prova dell'esistenza di Dio?

25th November 2011
Ragazzi, i social network possono essere luoghi estremamente utili ed interessanti.
Ma girano tantissime notizie false, appelli assurdi, bufale.
Amici, per favore, prima di postare qualcosa o condividerlo, accertatevi che ci sia una fonte, che sia una cosa vera... Il caos dilaga ed alimenta l'ignoranza... 
Quella della tassa sugli animali, per esempio:
Nel web sta girando 
una notizia con tanto di petizione firmata dall’Associazione Nazionale AmiciCani. La notizia è stata riportata da molte fonti autorevoli ma cela un grosso inganno.
Non si tratta di una tassa, bensì di una misura alternativa per capire il reddito della gente. A quanto pare le dichiarazioni dei redditi che fanno gli italiani non bastano, si tratta di una procedura sperimentale. Segue la citazione da Leggo.it

05th December 2011
Fornero: io mi fido di quelle lacrime.

10th December 2011
Pare che se ne vada l'incommentabile Minzolini.
Se tanto mi da' tanto, penso che da domani tutti cominceranno a dire che il TG1 fa schifo ed e' di parte.

 

2012

04th January 2012

BLOG

Feed RSS

GLI STIPENDI DEI PARLAMENTARI? UN FALSO PROBLEMA

3 GENNAIO 2012

Non sono parlamentare ma per anni ho lavorato al personale (si dovrebbe dire “alle Risorse Umane”, ma lo trovo orribile) e devo dire – perdonatemi: ex cathedra – che tutta questa polemica sugli stipendi dei nostri deputati e senatori mi pare di una vacuità e di una superficialità infinite. Allora, mettiamola così: stiamo parlando delle 1000 persone che, su 60 milioni di abitanti, hanno la responsabilità di decidere dei destini del Paese: dal bilancio, all’elezione delle alte magistrature dello Stato, fino all’entrata in guerra. 1000 persone su 60 milioni. Un’élite minuscola di persone che dovrebbero rappresentare il massimo della sapienza, dello spirito della nazione e della solennità delle nostre istituzioni. Sapete che c’è di nuovo? Che se facessero il loro lavoro in modo soddisfacente, quei soldi sarebbero meritatissimi. Anzi bisognerebbe dargliene anche di più. E invece in parlamento ci sono letteralmente cani e porci. Personalità altissime e indiscutibili e poi gente che non mette tre parole in croce in italiano. Ogni volta che vedo Scilipoti mi chiedo come abbia fatto in una vita sola a diventare sia medico che deputato della Repubblica. E poi: una marea di gente che fa il parlamentare part-time, come se quella gravissima responsabilità potesse essere esercitata nei ritagli di tempo. Questa sì che è una vergogna. Ma credetemi, cari concittadini: la battaglia non è pagare meno chi ci rappresenta. La vera vittoria sarà avere in parlamento personalità che valgano davvero tutto quello che li paghiamo.

Perché la storia dell’ICI è una sciocchezza

Pubblicato il  da Alessandro Siro Campi
 

L’ICI al no profit (non sono esenti solo le Chiese) servirebbe solo a far sparire il no profit.
D’estate nell’oratorio del mio paese tengono 300 ragazzi per 6 settimane tutto il giorno a 5 euro al giorno (pranzo e merenda inclusi nei 5 euro). Lo frequentano tutti i figli di persone che lavorano (extracomunitari musulmani inclusi). A mandarlo avanti solo volontari (ragazzi, anziani, giovani che bruciano giorni di ferie per stare lì).
Fai pagare l’ICI all’edificio e chiude (dove li trovi i soldi?).
Chi ne soffrirebbe di più? I figli dei benestanti che potrebbero permettersi una balia o i figli dei più poveri?
Se quell’ICI fosse richiesta non porterebbe soldi, il posto verrebbe abbandonato e nessuno caccerebbe un euro.
In compenso il Comune dovrebbe farsi carico di gestire i bambini. Non troverebbe i volontari e il tutto costerebbe una barca di soldi. Invece di migliorare i conti pubblici peggiorerebbero.

13th January 2012
Lega Nord per l'Indipendenza della Padania; per la tolleranza zero contro il crimine;
baluardo contro le caste politiche e clericali; bastione inattaccabile contro gli sprechi del sud
e dei meridione pigro ed inproduttivo; guerrieri instacabili contro la mafia, la camorra, i camorristi ed i mafiosi.

ahahahahahahahahahahahahahahahahahhahahahahahahahahahahahahahahahahahahahaaha
hahahahhhahaahahhaahahahahahahahahahahahahhahahaahahahahahahahahahahahahahahaha
hhahahahahahahaahahahahahahahahaahhahahhahahaahahahahahahahahaah

(riguardo al voto della Lega a favore di Cosentino)

26th January 2012


26th January 2012

L'operaio a Castelli:
*Non mi devi rompere i coglioni!!!*
http://video.repubblica.it/servizio-pubblico/l-operaio-a-castelli-tu-non-mi-devi-rompere-i-c/86703/85093

27th January 2012

29th January 2012
GIORGIO NAPOLITANO: "È con profonda commozione che rendo omaggio alla figura di Oscar Luigi Scalfaro nel momento della sua scomparsa, ricordando tutto quel che egli ha dato al servizio del paese, e l'amicizia limpida e affettuosa che mi ha ...donato. È stato un protagonista della vita politica democratica nei decenni dell'Italia repubblicana, esempio di coerenza ideale e di integrità morale. Si è
 identificato col Parlamento, cui ha dedicato con passione la più gran parte del suo impegno. Da uomo di governo, ha lasciato l'impronta più forte nella funzione da lui sentitissima di ministro dell'Interno. Da Presidente della Repubblica, ha fronteggiato con fermezza e linearità periodi tra i più difficili della nostra storia. Da uomo di fede, da antifascista e da costruttore dello Stato democratico, ha espresso al livello più alto la tradizione dell'impegno politico dei cattolici italiani, svolgendo un ruolo peculiare nel partito della Democrazia Cristiana. Mai dimenticando la sua giovanile scelta di magistrato, Oscar Luigi Scalfaro ha avuto sempre per supremo riferimento la legge, la Costituzione, le istituzioni repubblicane. In questa luce sarà ricordato e onorato, innanzitutto da quanti come me hanno potuto conoscere da vicino anche il calore e la schiettezza della sua umanità. Alla figlia Marianna, che gli è stata amorevolmente, ininterrottamente vicina, la mia commossa solidarietà" .
 

06th February 2012

15th February 2012
Credo che abbiano ragione quelli che son contenti per la decisione di aver rinunciato alle Olimpiadi.
Io, pero', sara' che son nato con le Olimpiadi di Roma, sara' che negli anni '70'80 ogni evento era buono per festeggiare e fare una nuova raccolta di figurine legata all'evento speciale, sara' non so ......
Ma non riesco a non rimpiangere un paese che era solare, bello, che le Olimpiadi ed i Mondiali li sapeva e voleva organizzare, che era economicamente forte e politicamente diviso, ma solido nei valori.
Questa che rinuncia alle Olimpiadi mi sembra proprio un'italietta di serie b a cui ormai mi dovro' rassegnare.
Gli schiaffi all'Italia ed alla Grecia sono schiaffi alla storia, pero'.
Ed io sto con Atene e con Roma, non con Milano e Bruxelles.
Benvenuti nell'Europa post-muro di Berlino.

29th March 2012


28th August 2012


07th September 2012



30th September 2012

15th October 2012
 

Lettera molto seria di una insegnante al Ministro Profumo

Egregio Signor Ministro,
ho letto come tutti la sua proposta di aumentare dall’anno prossimo a noi professori l’orario a 24 ore di docenza in classe. Gratis, naturalmente, nel senso che queste ore in più non saranno seguite da alcun aumento di stipendio. Ce lo chiede l’Europa, dice lei, per adeguarci agli standard degli altri paesi comunitari. E sarà vero, se Lei lo dice. Ma, da docente, non capisco perché, a questo punto, anche il mio stipendio non si dovrebbe adeguare a quello dei colleghi stranieri, che è notevolmente più alto.
Ma anche lasciando stare i soldi, Egregio Signor Ministro, a farmi star male è proprio tutto il tono delle interviste da Lei rilasciate sull’argomento, a cominciare da quel “Con gli insegnanti ci vuole il bastone e la carota” citato nell’incipit. A casa mia il bastone e la carota sono cose che si usano con gli asini. Se Lei per primo, signor Ministro, ha una così alta considerazione della nostra categoria da considerare gli insegnanti equiparabili ai somari, cominciamo bene.
Entrando però nello specifico del Suo provvedimento, ci sono parecchie cose che non mi tornano (del resto sono un asino, me l’ha cortesemente fatto capire Lei).
Per esempio mi sfugge come alzare per tutti a 24 ore la presenza in classe dovrebbe portare automaticamente un miglioramento della qualità dell’insegnamento. A scuola, e sono la prima a riconoscerlo, ci sono anche docenti che fanno poco o nulla. Ma non certo per una questione di orario. Ora poltriscono per 18 ore, fategliene fare 24, poltriranno per 24 in classe, esattamente allo stesso modo.
Chi invece si troverà nelle peste causa aumento dell’orario di docenza saranno quegli insegnanti che lavorano bene. Perché vede, Egregio Signor Ministro, da quanto si capisce queste ore in più, che farò gratis et amore dei, non saranno ore aggiuntive nelle mie classi. Fosse così, sarei anche contenta. Attualmente io alle medie ho 6 ore di italiano, 4 di storia e geografia. Vogliamo aumentare la qualità dell’insegnamento? Concedetemi di farne almeno 8 di Storia e Geografia e due in più di Italiano per classe. Potrei lavorare meglio, approfondire il programma, avere più tempo per i recuperi di chi rimane indietro e per fare esercitazioni.
No, quelle 6 ore in più serviranno ad ammollarmi un’altra classe da seguire, e risparmiare così i soldi dello stipendio di un collega. Il che vuole dire, Egregio Signor Ministro, che io già oggi, con le classi stipate di 27/30 alunni, ho circa 90 ragazzini da seguire con le mie 18 ore; con 24 ne avrò circa 120. non voglio neanche pensare ai colleghi di altre materie, tipo lingue. Secondo lei, facendo anche un mero conto a spanne, la qualità del mio insegnamento migliorerà?
No, peggiorerà. Perché adesso le ore a casa, nel pomeriggio, quelle che tutti credono dedicate al riposo, le passo a correggere pacchi di compiti, temi, test di grammatica: sono almeno quattro a quadrimestre, tacendo di quelli che assegno per casa e dei compitini di Storia e Geografia. E altro tempo lo spendo perché, pensi un po’, mi devo preparare le lezioni che tengo in classe: sono asina, che vuole, non sono capace di entrare alla mattina improvvisando. Ho bisogno, la sera prima, di prepararmi gli schemi, il materiale da consegnare, pensare a cosa dire perché poi ogni classe è diversa, e la lezione va impostata in modo differente.
Tutto questo, Egregio Signor Ministro, lo faccio oltre alle ore in cui sono in classe, ma è sempre lavoro. E sono costretta a farlo a casa non perché sono privilegiata, ma per un semplice motivo logistico: a scuola, dove è la mia sede di lavoro, non ho né un ufficio né una scrivania, e il computer che uso per trovare i materiali o crearli è quello che mi sono comprata con i miei soldi, perché la scuola non me lo dà.
Evidentemente ai tecnici del suo Ministero e a Lei tutto questo sfugge, perché pare che mi sia computato come “lavoro” solo il tempo che passo in classe, e tutto il resto non esista. Bene, ne prendo atto. Ma la conseguenza di tutto ciò è che, aumentandomi il tempo di docenza e il numero di alunni, avrò meno spazio per fare il resto. Il che vuole dire, Egregio Signor Ministro, che ridurrò giocoforza il numero di compiti scritti, riciclerò i materiali uguali per ogni classe senza personalizzarli. Finirò per lavorare di meno a casa e sicuramente peggio a scuola: non per cattiva volontà mia o per deliberata voglia di sabotare il Suo meraviglioso progetto, ma per forza di cose. Quindi il grande risultato della Sua idea non sarà, come dice, aumentare l’efficienza della scuola e la qualità, ma peggiorarla: chi non ha mai fatto un tubo continuerà a non fare nulla, chi invece riusciva bene o male a insegnare qualcosa, si vedrà costretto a ridurre quanto prima era sempre riuscito a fare, perché lo sforzo fisico di stare anche solo cinque ore di fila in classe con ragazzi adolescenti e preadolescenti, con i quali non ti puoi distrarre un attimo, si farà sentire.
Per cui, Egregio Signor Ministro, da docente che ogni giorno entra in classe, questo le volevo dire. Approvi pure il nostro aumento di ore di docenza, per altro passando a tutti il messaggio che noi insegnanti siamo degli scansafatiche privilegiati che fino ad oggi han lavorato poco. Avrà il plauso popolare e Le riuscirà di certo, perché la società, dopo anni di martellamento mediatico, ne è già convinta, e la applaudirà. Ma non gabelli questo taglio per uno strumento per aumentare la qualità della scuola, o migliorare l’efficienza di noi docenti. E’ solo l’ennesimo taglio imposto ad una categoria che al momento non ha la forza di opporsi, né i mezzi, perché non facciamo neppure un lavoro considerato socialmente fondamentale, come i tassisti, ad esempio. In fondo siamo solo quelli che formano le prossime generazioni: degli asini che meritano un po’ di bastone e manco la carota, ha ragione Lei.

07th November 2012
Non è il nostro esercito che ci rende forti, ma le nostre università.

09th November 2012

 

21st November 2012

 

13th December 2012

26th December 2012
La scandalosa telefonata alla comunita' di recupero di Don Gelmini in cui si commuove per i tossici e poi parte con un'ora di comizio.
Guarda un po' la telefonata e' pubblica, ovviamente.
Scandaloso.

 

 

2013

11th January 2013

Da: Giuseppe Gazerro [giuseppegazerro@tin.it]
Inviato: venerdì 11 gennaio 2013 01:41
A: giuseppegazerro@tin.it
 

 Cinzia.
Nessuno pensa che si *debba* aver fiducia in Bersani.
per carita'.
ne' che ne possano-debbano ispirare di piu' gli altri leader candidati, da Ingroia ai grillini, dallo stesso Alfano o a Monti.

Ma Berlusconi non e' la stessa cosa, su.
E' un uomo che ha rovinato l'Italia per salvarsi dai guai giudiziari.
Che sputa sull'Italia alleandosi con la Lega e sputa sulla Lega alleandosi con Dell'Utri.
Che vorrebbe fare scempio della Carta Costituzionale per poter fare quello che vuole.
Che ha usato e usa le sue reti per dire quello che vuole, quando vuole e come vuole.
Che puo' permettersi di dire che le sue condanne sono ingiuste perche' i giudici sbagliano; tutti gli inquisiti direbbero le stesse cose; ma mentre i condannati veri, se lo facessero, andrebbero in galera due volte, lui, al contrario, fa credere agli italiani che il reato lo commette chi lo persegue e non chi lo compie.
E'' stato condannato per corruzione piu' di una volta ma si e' fatto cancellare le condanne con delle leggi fatte apposta.
Un uomo che ha pagato prostitute e invece di ammetterlo dice che lo ha fatto perche' e' buono.
Perche' e' *buono*, Cinzia, capisci?
Lui paga le prostitute perche' e' buono.

No, Cinzia, non son d'accordo.
Certo che non e' obbligatorio votare Bersani.
E ci mancherebbe.
Ma anche una sola persona che crede che Berlusconi sia un uomo buono e giusto (come ha detto lui di se' stesso stasera) per me e' una sofferenza.
Quando poi queste persone non sono una, sono tante; e tra di loro ci sono persone che stimo, miei amici, miei parenti, beh, per me e' proprio una sconfitta, un motivo di vera e profonda tristezza.

 

15th January 2013
 

Andrea si chiede come mai nei cartelloni del PD domini il grigio:

Andrea, concedimi anche la mia.
 

Nei cartelloni di tutti i progressisti (non solo il PD) non e' che domini il grigio (i colori del PD sono il bianco, il rosso e il verde).

E' che si bada poco all'apparenza, punto.

Il progressismo e' riformismo e sostanza.

 

Le figure forti, le star, gli uomni soli al comando non sono cose da progressismo;e' cosi' da sempre, da quando si son divisi i parlamenti in whigs, Tories, democratici e repubblicani e da noi in liberali e socialdemocratici.

 

Chi cerca l'uomo forte, chi vuole la sfrontataggine da confronto TV, chi ammira chi sa mettere sotto gli avversari in punteggio auditel  senza pensare ai contenuti di quanto detto, ha gia' in cuor suo scelto la destra; e' un dato storico e un fatto etico.

 

Del resto, se invece di sobrieta' e di concretezza bonaria, si cerca colori e cotillons, effetti, starlette e soubrette, basta guardare dall'altra parte.

Li' ce ne sono finche' si vuole.

 

26th January 2013

26th January 2013

28th January 2013

Berlusconi nel Giorno della memoria: la colpa di Mussolini sono le leggi razziali, altre cose fece bene

Che schifo, che pena, che strazio.

E' l'uomo piu' schifoso che io abbia mai visto nel mio oltre mezzo secolo di vita.

Dice che chi lo odia, sotto sotto lo invidia.
Io, piuttosto di cambiarmi con lui, preferirei morire.

Dio ci aiuti.

03 February 2013

Io non voglio indietro l'IMU, coglione.

Ho pagato poco piu' di 200 euro e mi pare anche giusto, visto che io ho una casetta e c'e' chi non ha ne' quella, ne' un lavoro.

Se dovessi riaverli indietro, li daro' al primo dei miei vicini che perde il lavoro.

Lo dichiaro qui in pubblico.

12 February 2013

21st February 2013

26th February 2013

 

 

11th March 2013

"Giustissimo.
Chi ha votato PD la smetta di farsi beffe del M5S.
E quelli del Movimento 5S sappiano che se rompono tutto, la prossima volta perderanno anche loro.

Brava Puppato."

 

18th March 2013

 

 

28th March 2013

"E brava la mia collega.
Io avrei detto le stesse cose, ma con qualche parolaccia in piu' e con tono molto piu' preoccupato ma, si sa, io sono un boaro inside.

E poi e' quasi Pasqua, quindi preferisco questa versione qui.

chapeau, Terry!!!
^_^
In questo periodo ho ricevuto link che rimandano al Movimento 5 stelle inneggianti al "tutti a casa"...io chiederei a chi me li ha mandati di rispondere ad alcune domande che mi arrecano non poche preoccupazioni in questi giorni.
Ma se tutti vanno a casa, in Parlamento chi ci deve stare?
Perché non utilizzare la forza del numero di eletti 5 stelle per condizionare dal di dentro le scelte di un governo con il PD?
Perché degli eletti del Movimento 5 stelle ci si deve fidare?
Perché tutti i politici dovrebbero essere uguali quando nessuna persona è uguale ad un'altra?
Perché valutare allo stesso modo il PDL e Berlusconi cha hanno governato per gran parte dell'ultimo ventennio con una maggioranza bulgara in Parlamento e tutti gli altri?
Perché accettare le modalità comunicative di Grillo? Siete certi che si possano prescindere i contenuti dal modo in cui si diffondono?
Io sono molto preoccupata perché quanto visto ieri durante il confronto Bersani-Movimento 5 stelle mi ha ricordato pagine politiche relativamente vicine (vedi Bertinotti nel 1998) o lontane più volte studiate (vedi primodopoguerra).
Boldrini e Grasso non sono uguali a Fini e Schifani...un governo PD + 5 stelle potrebbe fare quelle riforme di cui abbiamo bisogno senza dover mediare con la destra e con Berlusconi...Perché si continua a dire no? Qual è l'obiettivo? Tornare a votare e far vincere Brlusconi?

 

"

09th May 2013
Rispettare le sentenze.
Discussione in FB

  • Conversation started May 7
  • 9:32am
     
     
    Giampaolo Dal Pra

    Il commento sull'articolo di Ferrara non è mio ma di Lucia

     
  • 9:49am
     
     
    Giuseppe Gazerro

    si', ho visto, Giampaolo.

    grazie della precisazione

    ed in effetti mi sono espresso male io, dicendo

    *il commento del mio amico*

    pero' resta il fatto che se l'hai condiviso, vuol dire che lo approvi,

    che l'hai fatto *tuo*

    ed e' questo che mi sconvolge(va) e che mi ha portato a commentare a mia volta

     
  • 10:20am
     
     
    Giampaolo Dal Pra

    ho condiviso l'articolo di Ferrara, il commento è stato aggiunto dopo.

     
  • May 7
  • 1:39pm
     
     
    Giampaolo Dal Pra

    Ho riletto il tutto: non approvi che condivida lo scritto di Ferrara. A me Ferrara piace e lo trovo molto profondo. Poi in generale riscontro molta ipocrisia: tutti questi "bacchettoni". Fare la velina non è reato e la Carfagna ha dimostrato di meritarsi il Ministero. Gli insulti quando sono contro non vanno bene, quando pro allora si (sono giustificati). Per tornare all'ipocrisia c'è stata quella sollevazione "Se non ora quando" in difesa della dignità della donna (un pretesto per dargli addosso a Berlusconi) capeggiata dall'attrice Angela Finocchiaro: anche lei, come molte altre attrici, ha mostrato il suo culo (ho ben presente l'mmagine perchè da lei non me l'aspettavo, anche perché fisicamente non era "prestante"). Conclusione: la morale oscilla a seconda se si è schierati da una parte piuttosto che l'altra.

     
  • 2:34pm
     
     
    Giuseppe Gazerro

    cosa vuoi che ti dica, Giampaolo?

    non sono d'accordo nemmeno sulle virgole.
    e quindi, in questi casi, si lascia perdere.
     

    Tu sei convinto che io abbia/tenga/faccia una doppia morale.
    Io sono convinto che tu (come tutti quelli di destra) non tenga conto di quanto pesi il conflitto di potere sulle vicende del nostro paese.
    (cosi' come su quelle di cui stiamo discutendo qui)

    quindi, che dire?

    L'analisi di tutto il tuo messaggio, parola per parola, avrebbe senso farlo solo se tu fossi uno che *non capisce*.
    Ma io so che tu sei una persona intelligente, non e' che possa bastarti un mio parere a farti cambiare idea.
    quindi lascio perdere.
     

     
  • 3:53pm
     
     
    Giampaolo Dal Pra

    Ovviamente è il potere dell'avversario che dà fastidio...

     
  • 5:12pm
     
     
    Giuseppe Gazerro

    per quanto riguarda me, sbagli di sicuro.

    di questo orribile ventennio postfascista, non mi da' fastidio alcuno il potere.
    mi da' fastidio il consenso datogli da persone, persino intelligenti, a volte.

    cosi' come accaduto con ceasescu, mao, lenin, stalin, hitler e chi piu' ne ha piu' ne metta.

    i popoli si fanno accecare dalle menzogne, questo mi da' fastidio.

    non mi da' nessun fastidio il potere del mio *avversario*.
    ti assicuro che preferirei scambiarmi con uno straccione, con un derelitto, co un diseredato, che scambiarmi con un essere spregevole come colui che detta i valori a tutte le persone che gli vanno dietro bevendo tutto il travisamento della realta' che lui ha messo in atto.

    a cominciare, appunto, da Giulano Ferrara.
    (di cui, peraltro, non me ne frega un cavolo).
    e a continuare con persone intelligenti come te.
    (di cui mi dispiace molto, invece)

 

14th May 2013
Depenalizzare la mafia

  •  
    non mi accanireii con Grillo in se'.
    una cazzata come tante.

    Oggi il PDL ha chiesto di depenalizzare il reato di mafiia.
    Mi pare molto piu' grave.

    entrambi sono segni di come sia persa la bussola morale ed ideologica, nel fumo di tempi dominati dal liberismo e dal denaro.

    parlano gli umili e li si accusa di non saper trascinare le masse.
    parlano gli arroganti e i prepotenti e tutti dietro come pecore.

    questo e' il problema che porta uno come grillo a parlar male di una come la idem.
     
  • Giuseppe commented on a link.
    La cosa che mi infastidisce di piu' e' il fatto che chi li vota sia, in genere, gente che si incazza da morire contro chi delinque.
    Gente che vorrebbe ritornare alla pena di morte, in molti casi.

    E non si rendono conto (o fanno finta?) che tra le tante macerie create dal loro padrone unico, c'e' anche questa:
    che dopo vent'anni di lotta alla magistratura, alle leggi ed alla costituzione (come in questo caso lampante), la criminalita', in Italia, vive bene grazie soprattutto al clima di illegalita' legalizzata e di dis-rispetto per la legge fomentato da loro.

 

(...) "Quello non è un processo, è una farsa che non doveva neppure cominciare. Le presunte vittime negano, o addirittura accusano l’accusa. I testimoni dei presunti misfatti non ne sanno nulla. Di prove neppure l’ombra. Hanno lavorato per anni, hanno accumulato lo sproposito di 150 mila intercettazioni, hanno raccolto quintali di verbali, hanno vivisezionato in modo morboso e vergognoso la vita di mio padre e tutto per realizzare non un processo, ma una fiction agghiacciante a uso e consumo di media molto compiacenti. Certi interrogatori, nella loro sconcertante insistenza, facevano pensare ben più al voyeurismo che alla ricerca della verità. Finirà tutto in una bolla di sapone, come sempre, ma all’associazione della gogna non importa nulla di come andrà a finire, interessa solo la
condanna mediatica. E, quando il teorema dell’accusa crollerà, quale interdizione dovrebbe essere chiesta per coloro che hanno costruito questa montatura infernale?".

(Marina Berlusconi)
Zeno, lascia stare.
Quando uno dice *comunista* a chiunque non sia fascista si qualifica intellettualmente, storicamente, moralmente e umanamente.

Buona fortuna, Silvano.
Te lo auguro senza ironia alcuna.
 
non cazzate, Zeno.
REATI.
e commessi da governante, che e' un'aggravante enorme, non da poco.
In un paese europeo il solo fatto di tenere tali comportamenti, anche se NON FOSSERO reati, sarebbe suffiiciente (GIUSTAMENTE!!!) a mandare uno affanculo.
Del resto, la Lewinsky era minorenne?
No.
C'era reato?
No.

Ma noi siamo il paese in cui i processi li decide la Mediaset, se son giusti o meno.
ed e' la figlia dell'accusato a decidere se il padre e' colpevole; non la corte.
E i magistrati sono considerati un cancro; salvo poi chiedere loro di essere severi con gli altri delinquenti.

Che paese di merda ci ha fatto diventare, quell'uomo di merda.
E quanta gente intelligente che ci abbocca alla grande.

Che pena.

15th May 2013
Sentenze fatte in casa

Giuseppe commented on a link.
4:39pm
 
non c'e' nulla nel PDL, nulla, che non ruoti attorno ai processi del signor Berlusconi.
non facciamoci fregare da le poche persone serie che lo votano non avendolo capito o da chi dice che sono uguali al PD.
niente non ha a che fare con i suoi processi.
nemmeno le tasse, la fobia della sinistra....tutto falso.
la realta' e' che lui vuole andare al governo perche' e' l'unico modo per salvare se stesso dai tanti (e giusti) processi che subisce.
non gliene frega un cazzo, a lui, di economia e/o dell'Italia.

non facciamoci fregare, almeno noi, dal qualunquismo.
noi sappiamo come stanno le cose.
altro che pidimenoelle.
 
25th May 2013
Don Ciotti/Don Gallo/Bagnasco & Comunione
 
 
LE PAROLE DI DON CIOTTI AL FUNERALE DI DON GALLO.

"Se trovate qualcuno che ha capito tutto dalla vita, salutatelo da parte mia e di don Gallo, e cambiate strada. È la strada che ci ha insegnato che ogni persona è vita e storia, e che la diversità mai deve diventare avversità". Gli applausi, in chiesa e fuori, punteggiano l'intervento di Don Luigi Ciotti, subito dopo la comunione. Ricorda il no ai "cristiani da salotto" richiamato da papa Francesco, e segnala un Don Gallo "innamorato di Dio, saldava la Terra con il Cielo", così come dei poveri; l'importanza dei simboli "in cui don Gallo credeva maggiormente: la Bibbia e la Costituzione". Il fondatore di Libera ha ricordato che lo scomparso aveva pianto per Carlo Giuliani. "Così come si è indignato davanti alla base americana di Vicenza: ma cosa ce ne facciamo di quelle cose lì quando non abbiamo i soldi per i servizi sociali?". E a concludere, ha auspicato tra gli applausi "che la tua comunità continui la tua opera".
 

 

 
grandissimo.
si puo' non concordare con molte delle cose che diceva.
ovvio.

ma era indubbiamente un cristiano *vero*, senza compromissioni col potere, coi soldi, col liberalismo, con la corruzione.
un rivoluzionario come era appunto Cristo, che chiese di non compromettersi mai con mammona.

ad maiora.
10th June 2013

Davide Gianella eletto sindaco.
Io esulto; i destri non ci stanno.
Qualcuno dice che Piove e' morta.

La mia risposta:
Certo, Daniele, ci mancherebbe.
qui siete in tanti a pensarla come te e pochi a pensarla come me.

ho dato un'occhiata, siete piu' di 50; molti di quali anche miei contatti, miei allievi e persone che stimo, come te, ad esempio.

 
io no riesco a capire come voi possiate credere che la salvezza dell'economia ed il vostro futuro possa migliorare con governi liberali e liberisti che stan fallendo ormai da decenni in tutto il mondo.

O da governi di destra che da 20 anni si occupano solo di attaccare la magistratura ed hanno distrutto la sanita' e la scuola.
 

Ma ovviamente la vediamo tutti in modo diverso.
io mi auguro di avere torto e che voi possiate avere un futuro anche con governi di destra che se ne strafregano del welfare e della difesa dei posti di lavoro.
 
E con questo passo e chiudo perche', come ho detto, il fatto che nn concordi con voi non signfica che non vi stimi come persone e/o che debba chiedervi che la pensiate come me.

ci mancherebbe.

e' la storia che da' i voti, non noi.

11th June 2013
La cultura non si mangia

 
una delle millanta idiozie dell'italia postberlusconiana, quasi come *comunisti*,*magistratura politicizzata* e altre amenita'.
La disse Tremonti.

e' esattamente il contrario.
(quasi) tutto quello che si mangia, qui da noi, e' cultura.
a partire dalle citta' che mangiano letteralmente con l'arte, come Firenze e Venezia.
a finire con le cose che si mangiano direttamente, come la pizza e la nostra cucina in genere.
che pero' partono dalle scuole alberghiere, ad esempio.

ma bisogna spiegarlo alla santanche', a capezzone e a salvini.

si accettano volontari.
 

 

17th July 2013
Calderoli ed il razzismo

eppure io sono convinto che resti molto piu' grave la questione politica.
(vedi caso Calderoli che tu stesso citi).

Perche' le storture (vedi F35) sono (sarebbero) evitabili con la vittoria delle idee.
Ma quest'ultima non potra' mai realizzarsi finche' le idee saranno espresse in quei modi.

Io credo che vengano prima le idee, poi la realizzazione.
Oggi, invece, tutti si affannano dietro a populismi e parole vuote come partecipazione.
Ma se dietro non c'e' un progetto alto, con le petizioni e l'indignazione da piazza non si otterra' mai la fine della malgestione dei soldi pubblici.

Fa' piu' politica chi legge *L'Idiota* di Dostojevski che chi va in piazza, insomma.
E da una ventina d'anni la cosa sta diventando palpabile.

Tutti in piazza; nessuno piu' legge.
E quindi compriamo i caccia.
E' un sillogismo perfetto, secondo me.

 

03rd August 2013

Potrei non aggiungere commenti.

Ma non riesco a non dire che la postilla sul calcio e' la cosa che condivido di piu'.
Un giorno sara' chiaro a tutti che e' proprio in quel campo che B ha costruito il suo impero del male.



20th August 2013

Mando la "lettera pastorale" della sen. Ada Spadoni (PDL) e la mia risposta, dovuta, visto che la senatrice si è rivolta a tutti i preti dell'Umbria in quanto pastori e sollevando solo alcuni dei temi etici che sono oggetto della riflessione cristiana, con la chiara richiesta di un sostegno politico dei preti stessi e delle comunità cristiane.

don Gianfranco Formenton

===

LA LETTERA DELLA SENATRICE

Perugia, 8 febbraio 2013

Gentile Parroco,
mi sono decisa a scrivere questa lettera ai pastori del popolo cristiano dell'Umbria perché, dopo cinque anni trascorsi in Senato, so con certezza che nei primi mesi della prossima legislatura dovranno essere affrontati in Parlamento parecchi argomenti che riguardano temi etici importanti e delicatissimi. Mi riferisco, tra le altre, alle disposizioni sul fine vita (chi non ricorda il caso Englaro), alla legge sul matrimonio per le coppie omosessuali, all'adozione di bambini nelle stesse coppie omosessuali, alle problematiche sull'uso degli embrioni, all'apertura all'aborto eugenetico (che, di fatto, si va già diffondendo).

In Parlamento, lo scorso anno, ho costituito, assieme ad altri colleghi, l'Associazione parlamentare per la Vita. Una Associazione che è stata un baluardo contro ogni attacco volto a modificare in senso negativo la nostra legislazione. Malgrado ciò recenti orientamenti dei giudici hanno intaccato lo stesso dettato costituzionale in tema di famiglia, di adozioni e di fine vita.
Immagino che sulla politica economica del mio partito non tutto possa essere pienamente condivisibile e che, magari, alcuni preferiscano soluzioni diverse da quelle che abbiamo proposto o che abbiamo in programma di fare. Sui temi etici però, a differenza di altri partiti, il PdL è stato sempre unito e coerente, perché composto da molti cattolici e da altri che si definiscono laici adulti, la cui formazione culturale e politica è in ogni caso improntata al rispetto di tutti i valori non negoziabili. Se di politica economica si può discutere (ma io ho sempre lottato per orientare al bene comune l'azione dello Stato), su queste tematiche non ci sarà possibilità di mediazione. Mediare significherebbe comunque accettare che, prima o poi, si compia un'escalation che ha come traguardo la modificazione dei valori di fondo della nostra società, da ultima, per usare la denuncia dei vescovi spagnoli, la separazione della sessualità dalla persona: non più maschio e femmina, ma il sesso sarebbe un dato anatomico senza rilevanza antropologica.
È necessario che nel futuro Parlamento ci sia un numero di persone sufficienti a non far passare leggi contro la famiglia, l'uomo e la sua vita. Io mi sono impegnata e mi impegnerò in questo senso. Per questo chiedo anche il Suo sostegno e ringrazio per tutto quello che riterrà di fare.
Devotamente saluto,

Ada Urbani
candidata PdL al senato
www.adaurbani.it

===

LA RISPOSTA DI DON GIANFRANCO FORMENTON

Spoleto, 12 febbraio 2013

Gentile Senatrice,

ho ricevuto la sua lettera ai pastori del popolo cristiano dell'Umbria e ho deciso di risponderle in quanto pastore di una parte di questo popolo al quale recentemente il Card. Bagnasco ha raccomandato, dopo alcune eclatanti ed astrali promesse elettorali, di non farsi abbindolare.

Vedo che nella sua lettera lei parla in gran parte dei cosiddetti temi etici che lei riferisce unicamente ai luoghi comuni che tutti i politici in cerca di voti e consensi toccano quando si rivolgono ai cattolici: il fine vita, le unioni omosessuali, gli embrioni, l'aborto.

La ringrazio anche per la citazione dei vescovi spagnoli e per il suo impegno per la formazione culturale e politica improntata al rispetto di tutti i valori non negoziabili.

Ma rivolgendosi ai pastori del popolo cristiano lei dovrebbe ricordare che tra i valori non negoziabili nella vita, nella vita cristiana e soprattutto in politica entrano tutta una serie di comportamenti di vita, di etica pubblica e di testimonianza sui quali non mi sembra che il partito di cui lei fa parte né gli alleati che si è scelto siano pienamente consapevoli.

Sarebbe bello stendere un velo pietoso su tutto ciò che riguarda il capo del suo partito, sul quale non credo ci siano parole sufficienti per stigmatizzare i comportamenti, le esternazioni, le attitudini pruriginose, le cafonerie, le volgarità verbali che costituiscono tutto il panorama di disvalori che tutti i pastori del popolo cristiano cercano di indicare come immorali agli adulti cristiani e dai quali cercano di preservare le nuove generazioni.

Sarebbe bello ma i pastori non possono farlo perché lo spettacolo indecoroso del suo capo è stato anche una vera e propria modificazione dei valori di fondo della nostra società (come lei dice) operata anche grazie allo strapotere mediatico che ha realizzato una vera e propria rivoluzione (questa sì che gli è riuscita) secondo la quale oramai il relativismo morale, tanto condannato dalla Chiesa, è diventato realtà. Concordo con lei, su questo mediare significherebbe accettare.

Un'idea di vita irreale ha devastato le coscienze e i comportamenti dei nostri giovani che hanno smesso di sognare sogni nobili e si sono adagiati sugli sculettamenti delle veline, sui discorsi vacui nei pomeriggi televisivi, sui giochi idioti del fine pomeriggio e su una visione rampante e furbesca della politica fatta di igieniste dentali, di figli di boss nordisti, di pregiudicati che dobbiamo chiamare onorevoli.

Oltre a questo lei siederà nel Senato della Repubblica insieme a tutta una serie di personaggi che coltivano ideologie razziste, populiste, fasciste che sono assolutamente anti-cristiane, anti-evangeliche, anti-umane. Mi consenta di dirle francamente che il Vangelo che i pastori annunciano al popolo cristiano non ha nulla a che vedere con ideologie che contrappongono gli uomini in base alle razze, alle etnie, alle latitudini, ai soldi e, mi creda, mentre nel Vangelo non c'è una sola parola sulle unioni omosessuali, sul fine vita e sull'aborto: sulle discriminazioni, invece, sul rifiuto della violenza e su una visione degli altri come fratelli e non come nemici ci sono monumenti innalzati alla tolleranza, alla nonviolenza, all'accoglienza dello straniero, al rifiuto delle logiche della furbizia e del potere.

Mi dispiace, gentile senatrice, ma non riterrò di fare qualcosa né per lei, né per il suo partito, né per i vostri alleati, anzi. Se qualcosa farò anche in queste elezioni questo non sarà certo di suggerire alle pecorelle del mio gregge di votare per quelli che mi scrivono lettere esibendo presunte credenziali di cattolicità.

Mi sforzerò, come raccomanda il cardinale, di mettere in guardia tutti dal farsi abbindolare da certi ex-leoni diventati candidi agnelli. Se le posso dare un consiglio, desista da questa vecchia pratica democristiana di scrivere ai preti solo in campagna elettorale, e consigli il suo capo di seguire l'esempio fulgido del Papa. Sarebbe una vera opera di misericordia nei confronti del nostro popolo.

don Gianfranco Formenton

(lettera ricevuta tramite Giovanni Bachelet)

 

28th August 2013
Cassazione, lupi e agnelli

 

29th August 2013
La truffa dell'IMU

L'ultimo l'ho condiviso e basta.
Questo lo condivido e lo sottoscrivo.
E l'ultima riga la rinfaccero' a un po' di gente, all'occorrenza.
:)

 

05th September 2013

1 - Hai perfettamnte ragione
2 - Non mi piace, ideologicamente, la Kyenge.

Tanto premesso (per evitare che ebeti saltino a conclusioni raffozzanate ed antistoriche contro la posizione di chi non e' di destra):

Mi dispiace che caschi anche tu in questi tranelli neofascisti, da metodo Boffo, creati ad hoc per attaccare una persona che sarebbe scomoda qualsiasi cosa dicesse.

la K non ha mai detto questa sciocchezza.
E' stata una proposta di un assessore di Venezia che pensava fosse giusto scrivere *genitore* e non *mamma* e*papa'* nelle caselle di compilazione dei questionari scolastici.
Per non discriminare.
(mai scritto 1 e 2, per esempio).
E la K ha risposto (cito a memoria, non testualmente) che qualsiasi cosa fosse a vantaggio delle pari opprtunita' (mai parlato di famiglia), lei era favorevole.
Fine.

Il resto e' propaganda neofascista.
Da analfabetismo da social network.

 

02nd October 2013
Moderati

 

 

 

11th November 2013

Renzi, Cuperlo; primarie ed autolesionismo da PD

 

11th December 2013


Forconi:


Discussione



 

 


 
2014

 

 

02nd February 2014

GRILLO FASCIOUn appunto al bellissimo articolo di Michele Ciliberto “Se si ammala la democrazia” pubblicato su L’Unità che invito a leggere.

Però Ciliberto sostiene a proposito del grillismo che “non ha alcun senso interpretare un fenomeno come questo nelle vecchie categorie del fascismo”.

E quali sono le categorie del fascismo?

Perché il fascismo non ha categorie ben definite, come colse efficacemente Umberto Eco con il suo concetto di UR-Fascismo: i fascismi sono come una famiglia in cui ciascun parente ha uno o più tratti fisici o di carattere in comune con un altro membro, ma non tutti. Magari ha gli occhi del fratello più piccolo, ma non il naso, che invece è uguale a quello della sorella. Però se raggruppi tutti i fratelli in una foto hai l’impressione netta che quella è una famiglia.

E così i fascismi: Mussolini aveva alcuni tratti comuni con Hitler, ma non tutti, come Franco ne aveva con Mussolini, ma non tutti, ecc. ecc.

Quindi secondo me ha ancora senso ricercare paralleli fra gli inquietanti fenomeni odierni e i fascismi dell’altro secolo, purché con il metodo dell’album di famiglia e non della semplice sovrapposizione.

E se provo ad immaginare uno scatto di gruppo di vecchie e nuove glorie fasciste tra gli accosciati vedo anche Grillo e Casaleggio: sono quelli che fanno le corna e le linguacce.

Travestiti da pagliacci sembrano meno pericolosi. Saranno anche inconsapevoli, come dice Augias, ma anche il fascismo storico ha avuto tra le sue schiere parecchi inconsapevoli: davano l’olio di ricino pensando di essere rivoluzionari, come questi di oggi insultano la Boldrini in nome della democrazia.

E il tratto fascista dell’accoppiata Grillo-Casaleggio e accoliti invasati al seguito non consiste solo negli insulti intimidatori e negli atti inscenati in Parlamento. Risiede in uno dei capisaldi della loro teoria confusa: nella retorica della democrazia diretta.

Un concetto che esprime apparentemente il massimo della democrazia (una testa un voto, che figata) e invece è la gobba sul naso di Hitler, Mussolini e di tutti i fascismi (quello sì che è il marchio di famiglia).

Perché è arcinoto che il nodo della rappresentanza non è una scoperta di Grillo, ma sorge addirittura a cavallo del 1800/1900 o giù di lì nel contesto del protagonismo emergente delle masse, che pose questa domanda: come inglobare la totalità dei cittadini nello Stato che era appannaggio di un club esclusivo di notabili?

E qui le risposte furono due, una giusta e una sbagliata: quella giusta la diedero i partiti, ciascuno portatore di interessi e di rappresentanza di pezzi di società, e per questo tramite entrarono in Parlamento istanze prima escluse. La risposta sbagliata fu quella dell’immedesimazione delle masse nello Stato data dai totalitarismi: il distacco delle masse dalla ristretta cerchia che sedeva in Parlamento era colmato sotto il balcone di Mussolini, che andava a spezzare le reni alla Grecia esattamente come chiedeva il popolo, opportunamente manipolato dalla più becera propaganda. Se Mussolini avesse avuto a disposizione la pseudo piattaforma di voto on line di Grillo il risultato sarebbe stato diverso? Non avrebbe nemmeno avuto bisogno di imbrogliare come invece fa Grillo.

Grillo sta quindi proponendo la stessa risposta che hanno dato i totalitarismi al problema del deficit di rappresentanza che si produce nelle società di massa, solo che sostituisce il balcone con il suo sito e le acclamazioni del popolo con i clic. Ma è la stessa forma di Stato: l’annullamento di tutti i luoghi in cui si organizza e prende forma il processo democratico, sia istituzioni che corpi intermedi (partiti e sindacati), per sostituirli con la mistica del portavoce del volere del popolo.

L’imbroglio consiste nel chiamare “democrazia” con l’aggiunta dell’aggettivo “diretta”, che ne rafforza il significato, quella che una volta si chiamava con il termine opposto, cioè “dittatura”. Ma si può fare anche di peggio: c’è chi chiama questa roba “iperdemocrazia”.

Basta tornare a chiamare le cose con il loro vero nome e non sarà più difficile interpretare il grillismo come nuova forma di fascismo.

 

 

03d February 2014

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

03rd February 2014
 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

25th March 2014

VENETISTI
Se non siete veneti andatevene.
Andatevene voi dall'Italia, allora.


 

25th April 2014

SAN MARCO


rispetto per la tua tesi (e la tua sofferenza).

a me fa male, invece:


Vedere maltrattato (non usato) il tricolore repubblicano e democratico.

Vedere lo scemare del senso di gratitudine verso la Liberazione dal Fascismo.

Vedere aumentare quelli che dicono che in fondo fascisti e partigiani erano uguali.

Vedere quanti tendono a confondere/mischiare/sovrapporre la Festa della Liberazione con/a San Marco.

18th May 2014

Ma a prescindere da come la si pensi, e non voglio in questo momento sindacare sul pensiero politico (sempre che si possa definire e rintracciare), mi chiedo perché una persona si permette di offendere continuamente e impunemente chiunque possa, cani compresi, in qualche modo ostacolare la sua ascesa. La maleducazione più becera non può essere il fondamento di qualcosa di buono. L'insulto continuo gratuito è mancanza di contenuto. Affermazioni di rara gravità distribuite alle folle osannanti con una disinvoltura e un'inconsapevolezza sconvolgenti. Tutto è violenza, parole peggio delle azioni, si sa. Spero per i miei figli che il futuro non sia questo. Spero ancora nelle teste che pensano. Credo nella cultura, che, come ha detto una bella persona che ho conosciuto ieri sera, è l'unico modo per sconfiggere ciò che c'è di male, come concetto universale.
#Grillo senza freni: "L'ebetino è andato a dare due linguate al c.. tedesco'' [VIDEO] http://larep.it/1j9X52j
  • Perche' e' un disperato.
    Un vero punk post litteram.
    E' entrato in politica in quanto tale.

    Ora sa che e' troppo tardi per uscirne e quindi alza il tiro come puo' per evitare di finire tra il ludibrio generale.

    E il bello e' che potrebbe attirare davvero masse enormi di voti, data la sua natura di dissennato Masaniello.
    Ma non ne potra' nascere nulla di buono.
  • Benedetto Giovanni Roselli il suo linguaggio greve rende inascoltabile ogni suo ragionamento ed osservazione che potrebbe anche essere condivisibile
  • Sofia Rodella offendendo e insultando tutto e tutti ci fa capire che Grillo non ha proposte, iniziative, opinioni... è solo un mare agitato che non porterà mai a nulla

2015

Febbraio 2015

Polemiche sull'integralismo

 

hai ragione.
non devono ne' mangiare come noi, ne' parlare la nostra lingua, ne' pregare i nostri dei (anche se da noi li troverebbero tutti, eh!), ne' - soprattutto - sentirsi inferiori a noi.
(questo poi, di questi tempi, sarebbe compito oltremodo ingrato).

quindi ti do' ragione.

adesso, dato che tu stesso parli di *confronto*, puoi postarmi anche il video *5 Hours in Ryad as a Christian*?

sicuramente esiste, no?
no?

 

Marzo 2015

i miei padri ci hanno messo 20 anni a capire il senso del fascismo.
ne prendiamo atto e ci teniamo la liberazione.

la mia generazione ci ha messo 20 anni a capire la pericolosita' di aver mandato al potere l'impresa e il conflitto di interesse.
(e non e' mica detto che sia finita; infatti mi tocco, cioe' tocco ferro).

adesso quanti cazzo di anni ci vorranno per archiviare questa cazzata di *renzi non e' stato eletto democraticamente, mentre gli altri si'*?
altri 20 anni???

mi offro volontario per smontare questa tesi.
di fronte a chiunque.
anche in assemblea pubblica.

Maggio 2015

De *La Buona Scuola*

ok.
grazie della risposta, intanto.
grazie di cuore.

per quanto riguarda il merito:
sui numeri mi fido ciecamente.
io ribadisco che penso il numero reale di *dissidenti* sia piu' verosimilmente intorno al 60.70 per cento, non all'80.
Ma mi fido della tua visione.

per quanto riguarda le motivazione da te addotte
(di cui ti ringrazio ancora; credo sia la prima volta in due anni che riesco ad avere risposte da un antirenziano)
:)
capisco e condividerei.

non fosse che per queste controdeduzioni che mi permetto di proporti:

1 - i dirigenti non sono preparati per quest'incarico.
lo sono i provveditorati che mandano 3 insegnanti in 3 scuole diverse invece di metterne 1 in 1?
e i dirigenti non sono ex-insegnanti?
Perche' dici siano impreparati?

ma, soprattutto:

2 - annullare il servizio che abbiamo accumulato e' ingiusto.
ma non si parla di questo, quindi e' fuori discussione.

3 - secondo te e' meno arbitrario che le cattedre, le scelte vengano effettuate sui punteggi e non sulla *chiamata* di uno che - per un motivo X - ti ritiene idoneo ad un incarico Y?

4 - e' meno arbitrario lo status quo, in cui i *vecchi* si danno il giorno libero e impongono ai piu' giovani quello che vogliono loro?
e che si fanno l'orario senza buchi e a loro uso e consumo?

PS
nessuna di queste domande e' retorica.
sarei orgoglioso di avere un'ulteriore risposta da te.

de *La Buona Scuola* (2)

beh, per come la metti tu, e' ovvio che non ti piaccia.
non e' che piaccia a me.
:)

il fatto e' che io non credo sara' cosi'.

anzi, io credo che tu stia dipingendo la situazione di ADESSO, in cui e' pieno di privilegiati, di finti malati e di persone che chiedono (o addirittura si arrogano!!!) cose e incarichi per diritti di punteggio e non di apprezzamento dell'utenza.

mentre invece un dirigente con piu' poteri, PROPRIO PERCHE' interessato a che la scuola abbia iscritti, tendera' sempre a chiamare gente motivata e capace.

e non a dare gli incarichi a chi ne ha diritto *tout court+.

ma capisco tutte le tue perplessita', ovviamente.

 

Giugno 2015

*Il caso del voto in ‪#‎Liguria‬ simboleggia gli ultimi 20 anni di storia di questo Paese. Sono quei cretini della sinistra conservatrice, maestri nell'arte dei personalismi, dei litigi e della scissione, ad aver consegnato l'Italia nelle mani di‪#‎Berlusconi‬, dal 1994 in poi. Ma in fondo, a loro la cosa va benissimo così. Cosa c'è di più scomodo di governare?*

(G.C.)

Non avrei usato il termine *cretini*.
Tolto quello, un'analisi perfetta.

 

2016

 

22nd March 2016
Terrore

Io imploro le destre europee di smetterla col razzismo e con le guerre contro le altre culture: aumentano le discrepanze culturali ed economiche e, quindi, fomentano il terrorismo.

Io imploro le sinistre europee di smetterla di girare la testa per non vedere che *questo* terrorismo ha un colore ben preciso, che non e' quello rosso ne' quello nero, ma e' il triste colore dell'integralismo religioso; lo dichiarano i terroristi stessi; non diamo loro alibi che non cercano nemmeno.

Io imploro le potenze europee di sedersi ad un tavolo e di discutere di come si possa dare speranza al nostro continente di superare questa terribile fase storica; ma partendo dal presupposto di rinunciare a queste due opposte ed altrettanto false e pericolose bugie: che con la guerra si elimini il terrorismo e che il terrorismo non sia figlio dell'integralismo religioso.