Home
Biography
blog
Books
chords
discography
dylan
dylan tribute
foto
Hb
Krundaals
Links
literature
london
lyrics
chords
Mr. Antondjango's Band
mp3
music
pepe
Video
pics
politics
religion
School

Mail Me!!!

 

 


Prologo
Gita scolastica '71, Mantova.
Una mia compagna di classe suona *Mr.Tambourine Man*. All'epoca ascoltavamo
il rock vero, noi, non robetta cosi'.
Ma quel motivo mi ipnotizzo', forse era carina la ragazza....non so.....
Mi ritrovai a cercare di lui; il che, all'epoca, significa corriera per
Padova ed il solito tour (discobolo, casa del disco, be bop) a spulciare tra
le vasche la discografia , altrimenti non disponibile da nessun'altra parte.
Non compro niente, pero'.
Per un po' entra nei nomi che *rispetto*, come i Beatles, ad esempio, ma
molto sotto Creedence, e CSN&Y e Neil Young ed i Jefferson, allora mie vere
muse ispiratrici.


Prima folgorazione
Irrompe il rock sinfonico, come lo chiamavamo allora e per un bel po' vivo
di Genesis, Jethro Tull, Emerson, Lake & Palmer e Van Der Graaf Generator.
Ma un pomeriggio afoso del luglio '76, mentre si andava a studiare per la
maturita', un mio amico un po' piu' *moderato* mette su una cassetta di un
cantatutore dalla voce metallica, aspra, cattiva.
Il pezzo incalza, punge, morde, fugge via veloce....*cos'e' 'sta roba?* *Bob
Dylan, Hurricane,* *Ah, lo conosco, quello di Mr.Tambourine. Questa cos'e'?*
* E' l'ultimo album, Desire*...(allora lo pronunciavamo [desir'eč], alla
francese, e credevamo fosse un nome.... :-)
Questa fu folgorazione vera.
Quello che provai non lo so descrivere, ricordo solo che fu immediato e che
aveva il sapore e l'impossibilita' di essere espresso a parole che di solito
e' riservata alle cose del cuore.


Seconda folgorazione
Tutto corre veloce, ora.
Prendo *Greatest Hits n.1*, il n.2 che da noi si chiama *Un Poeta Un
Artista*; scopro *Memphis Blues Again* e molte altre.
Dylan e' diventato il mio artista preferito, per adesso insieme a Genesis e
Neil Young, ma sento che c'e' qualcosa di piu'.
Che arriva, puntualmente, qualche mese dopo.
Esce *Hard Rain* ed e' passione vera, matrimonio indissolubile.
Il suono di *One too many mornings*, la trasformazione di *Memphis
blues*............. (la versione *hard rain* di questo pezzo, insieme a
*hurricane*, sono tuttora, in assoluto, i miei brani di Dylan preferiti,
forse insieme alla *tangled* in versione *Renaldo & Clara*).............il
video di Fort Collins, il massimo.
Musica selvaggia e forte, bella e ruvida, irresistibile.

Episodi laterali
Esce *street legal*, non e' *desire* .
Col tempo l'avrei riscoperto, ora e' altissimo nella mia chart, ma allora mi
piacquero *Changin'* e *no time to think*, ma poco altro.
Poi arriva *budokan*. Mi piace, ma non e' storia.
Il periodo cristiano mi manda un po' in crisi, cosi' cosi' *slow, poi
*saved* che non mi piace proprio e cosi', quando esce *shot of love*, per la
prima volta non prendo l'album ma mi faccio semplicemente registrare una
cassetta.
Nel frattempo scopro punk, ska, Police e Talking Heads salgono altissimi
nella mia scaletta.
Per Dylan mi ci vorrebbe una nuova folgorazione, prima che venga ripreso dal
gruppo.

Terza  folgorazione
Folgorazione che arriva puntualmente.
Primavera '83, esce *Infidels*
E c'e' *Jokerman*, di nuovo graffiante, veloce, cattiva, urlante, biblica.
Stupenda.
Mando l'album a memoria, lo traduco  in italiano e ne faccio un librettino
per i miei amici.

Da allora in poi
Da allora in poi non c'e' piu' storia.
Inizio a frequentare i primi forum (ancora cartacei) su Dylan pubblicati da
Vites, mi abbono e scrivo sul Telegraph ed Isis.
Inizio a scambiare bootlegs, fare ricerche di rarita' a Portobello e Camden
Town, registro cover di Dylan ricevendo anche qualche generosa recensione.
Che mi piacciano o no le canzoni che ascolto da allora in poi conta poco,
ormai Dylan e' per me un punto fermo.
Ci sono state altre folgorazioni (minori) come *Biograph* e soprattutto
*Bootleg Series* e gran parte di *Red Sky* (alla faccia della critica)
:-))), episodi che non ho apprezzato come *Oh Mercy*, *Toom* e *L&T* (a
parte la superba Mississippi).
E dal vivo, che negli anni '70 mi era proibito per motivi economici ed e'
per me inziato quindi con la tournee' italiana dell'84, Dylan non mi ha mai
emozionato, neppure lontanamente, come su disco e come credo mi avrebbe
emozionato durante i seventies.
Ho sempre ascoltato, ascolto e suono altra musica, ho amato Prince, Paul
Simon,  poi i Rem, Lucio Battisti e gli Ska-P.
Ma Dylan e' stato un po' di piu' di qualunque altro, at the end of the day
:-)
Ed ora sono qui, a testimoniare a tributi e partecipare ai forum in rete.
La collezione e' finita, non sono un completista ed ho tutto quello che
Dylan ha scritto e/o cantato.
Spero in un nuovo album ma non ci credo.
La Rolling Thunder Revue e' stata, per me, il suo Rinascimento e la mia
ispirazione.
Mi basta e mi avanza per esserne grato.